rotate-mobile
Cronaca

Cercatore di castagne ucciso nei boschi: a Novara corteo animalista contro la caccia

La manifestazione è organizzata dalla sezione novarese del Meta, il Movimento etico per la tutela degli animali

Dopo la tragedia avvenuta nei boschi tra Ghemme e Cavaglio, dove un uomo è morto dopo essere stato colpito da una fucilata alla schiena, gli animalisti scendono in piazza per protestare contro la caccia.

La protesta è in programma domenica prossima, 22 ottobre, a Novara. La manifestazione è organizzata dalla sezione novarese del Meta, il Movimento etico per la tutela degli animali. Il corteo partirà da piazza Garibaldi, davanti alla stazione, e percorrerà le vie del centro storico.

"La caccia oltre ad essere uno sport vigliacco che uccide animali innocenti è anche diseducativa - si legge nell'evento Facebook creato per promuovere l'iniziativa - Ed è sempre più pericolosa a causa di persone armate libere di muoversi senza leggi restrittive. I cacciatori, oltre a spararsi tra loro, troppo spesso uccidono e feriscono persone innocenti. Sparano vicino alle case, vicino alle strade, sparano ad animali protetti, oltre che a cani e gatti, e spesso sono violenti contro chi non li desidera nel loro terreno. Rovinano campi e vigneti e inquinano l'ambiente. Non siamo più liberi di andare a funghi o castagne, di andare a passeggio col cane o in bici con i bimbi perchè ci ammazzano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cercatore di castagne ucciso nei boschi: a Novara corteo animalista contro la caccia

NovaraToday è in caricamento