Maltempo, tetti scoperchiati e alberi abbattuti nel novarese

I danni maggiori si sono avuti nella zona dell'aronese e del Lago d'Orta. Problemi anche sulle linee ferroviarie Novara-Domodossola e Milano-Domodossola

A Gozzano un violento nubifragio ha distrutto il tetto dell'oratorio

Ancora danni per il maltempo, questa volte nel novarese. Le zone più colpite sono state l'aronese, il Cusio e il borgomanerese, dove si è abbattuto un violento nubifragio che ha causato il crollo di tetti e piante sulle strade, per fortuna senza feriti.

Dalle 19,30 di ieri, martedì 20 agosto, sono stati diversi infatti gli interventi dei vigili del fuoco - arrivati da Novara, Arona, Borgomanero e Romagnano Sesia - che hanno lavorato per tagliare piante pericolanti e liberare e mettere in sicurezza manufatti e strade. A Gozzano, in particolare, il vento forte e la pioggia hanno distrutto il tetto dell'oratorio.

Disagi anche sulle linee ferroviarie della zona. Sulla Milano-Domodossola i treni hanno subito rallentamenti tra le stazioni di Arona e Belgirate a causa del maltempo. Sulla Novara-Domodossola, invece, il traffico ferroviario è stato sospeso tra le stazioni di Orta Miasino e Gozzano per la presenz di rami sui binari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, scuole chiuse e manifestazioni sospese a Novara: l'ordinanza del Comune

  • Coronavirus, tende da campo davanti al pronto soccorso di Novara

  • Coronavirus, in Piemonte un caso confermato: negativi gli altri 15

  • Incidente a Novara, è morto il bambino investito in corso Trieste

  • Incidente mortale in corso Trieste, il piccolo Achraf travolto da una moto mentre era in bicicletta

  • Bambino investito a Novara: gravissimo in ospedale

Torna su
NovaraToday è in caricamento