menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, nuovo decreto: niente spostamenti tra regioni, il Piemonte verso l'area arancione

Consentiti gli spostamenti per visite ad amici e parenti. Rimane il coprifuoco e l'uscita dai piccoli comuni

É arrivato nella serata di mercoledì 13 gennaio il nuovo decreto che prolunga lo stato di emergenza fino al 30 aprile e ribadisce alcune regole fino al 5 marzo.

Secondo quanto comunicato da Palazzo Chigi il nuovo decreto conferma, almeno fino al 15 febbraio, il divieto di spostamento tra le regioni: inoltre, dal 16 gennaio fino al 5 marzo, è confermata la possibilità spostarsi in due persone (più eventuali under 14 o disabili) per andare a trovare parenti e amici e rimane permesso, in caso di area arancione, spostarsi dai comuni con meno di 5mila abitanti per un raggio di 30 km, come nel periodo natalizio. Viene istitutita anche la "zona bianca" in aree in cui il contagio è molto basso, nella quale le regole sono molto meno restrittive. 

Cosa è consentito fare in zona arancione

Non si conosce ancora il "colore" delle regioni, che nel fine settimana dovrebbe cambiare in molte zone d'Italia: secondo gli ultimi dati il Piemonte dovrebbe passare in area arancione, con spostamenti quindi limitati all'interno del comune, negozi aperti ma bar e ristoranti chiusi.

Nuovo decreto: gli spostamenti

Con il nuovo decreto rimane quindi in tutta Italia il coprifuoco tra le 22 e le 5, ma viene ribadito il permesso ad andare a trovare amici e parenti. "É consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5.00 e le ore 22.00, a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione - si legge sul sito del Governo - La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono. Tale spostamento può avvenire all’interno della stessa regione, in area gialla, e all’interno dello stesso comune, in area arancione e in area rossa, fatto salvo quanto previsto per gli spostamenti dai Comuni fino a 5.000 abitanti". In area arancione viene confermato poi quanto era stato stabilito nel periodo natalizio: "sono comunque consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia" spiega il Governo.

Arriva l'area bianca

Con il decreto del 13 gennaio nasce anche la nuova "zona bianca", nella quale si collocano le regioni con uno scenario di “tipo 1”, cioè un livello di rischio basso e una incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100mila abitanti. Il Piemonte non rientra in questi parametri per ora, come nessuna zona d'Italia al momento: in area bianca niente coprifuoco o limitazioni agli spostamenti. 

Il Piemonte verso la zona arancione

Nei prossimi giorni saranno valutati i parametri e si deciderà il "colore" delle regioni: il Piemonte sarà probabilmente in zona arancione a partire dal fine settimana. Quindi spostamenti consentiti solo all'interno del comune, mentre nel resto della regione solo con autocertificazione per motivi di lavoro, salute o necessità. Bar e ristoranti saranno chiusi, mentre potranno rimanere aperti i negozi di qualunque genere. I centri commerciali saranno chiusi nei fine settimana, tranne le edicole, tabaccherie e farmacie al loro interno.

Rimane, come in tutta Italia, il coprifuoco dal 22 alle 5, mentre sono consentite visite a parenti e amici per un massimo di due persone (più eventuali figli under 14 o disabili) come ribadito dal nuovo decreto. Chi abita in comuni con meno di 5mila abitanti potrà spostarsi nel raggio di 30 km verso altri comuni, ma non nel capoluogo di provincia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Verbano Cusio Ossola

Baveno, chiusa la scuola materna per covid: bambini in quarantena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento