rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Vignale

Ferrovie: "Più attenzione per la terza stazione"

Residenti e pendolari chiedono un rilancio per la stazione ferroviaria di Novara-Vignale

"Un'auto abbandonata proprio davanti all'ingresso non è certo un bel biglietto da visita", inizia con queste parole la segnalazione alla nostra testata di alcuni utenti della stazione di Novara-Vignale che chiedono maggiore cura dell'area "lasciata al degrado".

Siamo quindi andati a verificare l'effettivo stato di salute della terza stazione ferroviaria di Novara, uno scalo che non molti conoscono, ma dalle grandi potenzialità, in quanto intercetta i treni della Novara-Arona, della Novara-Domodossola e della Novara-Varallo. La stazione viene utilizzata sia da studenti del vicino istituto agrario "Bonfantini", sia da alcuni pendolari che trovano più comodo prendere il treno da Vignale piuttosto che dalla stazione centrale.

Lo scalo, segnalato da un cartello, si trova in una traversa di corso Risorgimento. Più che degradata, la zona appare un po' priva di servizi necessari alla stazione: i posteggi sono appena un paio, sterrati e uno dei due, come segnalato, è occupato da una automobile abbandonata da tempo, probabilmente rubata, i cui finestrino sono stati divelti.

Stazione Novara-Vignale

All'interno sono appena stati eseguiti piccoli lavori di sistemazione (è stato rifatto un cordolo di cemento e l'erba è stata appena tagliata). E' presente un tabellone con gli orari, una obliteratrice funzionante e il segnalatore acustico funziona regolarmente.

Lo spazio è molto angusto, e potrebbe in effetti essere maggiormente valorizzato. L'area è piuttosto pulita, contrariamente a quanto era stato segnalato dai lettori. Nei dintorni della stazione, poi, ci sono alcune mancanze: nella vicina area verde che dà su corso Risorgimento l'arredo urbano risulta danneggiato. Proprio accanto alla stazione, inoltre, il monumento che ricorda i martiri di Vignale meriterebbe maggior decoro e una collocazione più idonea (è raggiungibile solamente percorrendo una strettissima strada che costeggia due muri e si trova praticamente sui binari della ferrovia).

Concludendo, dal sopralluogo la stazione non risulta peggiore rispetto ad altri piccoli centri della provincia, ma come giustamente chiedono i cittadini sarebbe opportuno investire in quei servizi essenziali come i posteggi che possano incentivare l'utenza e far sì che anche in futuro la stazione rappresenti una risorsa e non "il prossimo scalo da tagliare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrovie: "Più attenzione per la terza stazione"

NovaraToday è in caricamento