rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Delegazione marocchina in visita a Palazzo Natta

Il presidente della Provincia Diego Sozzani ha incontrato una delegazione del Partito Rni (Rassemblement National del Independents) del Marocco

Si è svolto nella tarda mattinata di oggi, mercoledì 22 maggio, presso la Sala Giunta di Palazzo Natta l'incontro tra il presidente della Provincia Diego Sozzani e una delegazione del Partito Rni (Rassemblement National del Independents) del Marocco.

Insieme al presidente Sozzani, anche il vice presidente e assessore al Turismo della Provincia Luca Bona, e il presidente dell'Ente Parco del Ticino e Lago Maggiore Marco Avanza, hanno accolto l'on. Anis Birou dirigente del partito Rni ed ex Ministro del Turismo e dell'Artigianato e l'On. Mohammed Tadomante, dirigente del partito Rni.

L'occasione la visita della delegazione marocchina che nella serata di ieri ha tenuto all'Albergo Italia un incontro sul tena "La Nuova Costituzione e la Partecipazione Politica della Comunità Marocchina in Italia", e che proseguirà in una serie di visite nelle principali città e province del Nord Italia, dove la comunità marocchina, conta numeri importanti.

Sono circa seimila i marocchini regolarmente registrati in provincia di Novara, e costituiscono la comunità maggiormente rappresentata sul territorio.

"Vi conosciamo prevalentemente sotto un profilo turistico - ha dichiarato il presidente Sozzani - ma gli indicatori economici e il profilo geopolitico che caratterizza il Marocco son quelli di un Paese stabile e concreto che sta innovando e costruendo: un Paese con il quale poter dialogare e aprire nuove prospettive occupazionali".

Nel corso dell'incontro si sono affrontati tematiche di attualità in prospettiva Expo e relative al tema agro-alimentare: non è un caso che sementi di riso del nostro territorio siano esportati in Marocco per essere coltivati nella Piana del Gharb.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delegazione marocchina in visita a Palazzo Natta

NovaraToday è in caricamento