Veveri, detenuti al lavoro per sistemare il parco di via Santa Caterina

Completamente risistemata l'area verde, dove sono state anche posizionate nuove altalene

L'intervento a Veveri

Nuovo intervento di sistemazione dei parchi cittadini da parte dei detenuti del carcere di via Sforzesca. L'ultimo in ordine di tempo è stato svolto ieri, martedì 19 settembre, nell'area verde di via Santa Caterina a Veveri.

L’intervento rientra tra quelli delle Giornate di recupero del patrimonio ambientale. I detenuti usciti in permesso premio dalla casa circondariale, sotto il coordinamento tecnico di Assa e coadiuvati dai quattro detenuti impiegati in azienda come "cantieristi", hanno provveduto alla completa pulizia dell'area dai rifiuti, alla manutenzione degli arredi e dei giochi (applicando l'apposito impregnante) e alla riparazione della staccionata nei punti danneggiati, alla posa di nuove altalene e alla sistemazione della pavimentazione anti-caduta e della cartellonistica del parco, alla chiusura di diverse buche, alla manutenzione del verde e alla riparazione della fontanella dell'acqua potabile, alla sostituzione del canestro dell'adiacente campo da basket.

"Grazie a questo intervento - ha commentato il presidente di Assa Giuseppe Antonio Policaro - abbiamo restituito in tutto il suo decoro questo giardino pubblico a tutti i suoi fruitori, in particolare a bambini, ragazzi e famiglie. Siamo soddisfatti di come stia procedendo in maniera spedita la nostra attività di sistemazione dei parchi, a noi affidata dal Comune e svolta nell'ambito dell'ambizioso progetto di recupero del decoro urbano che ha una sua duplice valenza sociale, in quanto ne beneficia l'intera comunità novarese e ne beneficiano i detenuti che si rendono utili alla società e acquisiscono anche specifiche competenze in ambito lavorativo utili a loro per il futuro reinserimento nel tessuto sociale".

Nella giornata di martedì, inoltre, i "cantieristi disoccupati" sotto il coordinamento di Assa hanno lavorato nel parco della scuola "Thouar", completando la messa in sicurezza delle attrezzature ludiche, la manutenzione degli arredi e delle panchine, la sistemazione della pavimentazione e dei camminamenti, la regimazione delle acque.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

  • Coronavirus, nuova ordinanza del ministro Speranza: il Piemonte passa in zona arancione

Torna su
NovaraToday è in caricamento