Cronaca

Da Novara alla Calabria, due arresti per droga e armi

A finire in manette un uomo di Locri e il nipote, residente in provincia di Novara. Tra il materiale sequestrato anche una pistola rubata a Borgomanero

Immagine di repertorio

Traffico e detenzione di sostanze stupefacenti, detenzione di armi clandestine e ricettazione: queste sono le accuse per cui sono stati arrestati dai carabinieri di Locri due uomini.

A finire in manette G.M., 39 anni, nato a Locri ma residente a Novara, e lo zio D.P., 54 anni, residente a Platì, in Calabria.

I militari, durante l'operazione chiamata "Satellite", hanno individuato in un campo vicino all'abitazione dello zio, a Locri, otto fucili di vario calibro con matricola punzonata, oltre a diverse armi rubate: tra queste anche una pistola Arminius calibro 22, il cui furto era stato denunciato a Borgomanero. 

Ritrovati anche 2,7 kg di eroina, 2,5 kg di marijuana e circa 700 grammi di cocaina.

I due si trovano ora nella casa circondariale di Locri. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Novara alla Calabria, due arresti per droga e armi

NovaraToday è in caricamento