In auto con due chili di hashish nascosti nei fari: 32enne in manette per spaccio

L'uomo, residente nel Vco, è stato arrestato a Gattico dai carabinieri della locale stazione

L'uomo è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Fermato per un controllo, è stato trovato con due chili di hashish nascosti nei fari posteriori dell'auto. Per lui, un 32enne marocchino residente nel Vco, sono quindi scattate le manette.

E' successo lunedì 19 febbraio a Gattico. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato fermato a bordo della sua auto dai carabinieri della locale stazione durante un controllo alla circolazione stradale. Durante le operazioni di identificazione i militardi dell'Arma, insospettiti dall'atteggiamento del 32enne, hanno deciso di perquisire l'auto, dove hanno trovato, nascosti nei gruppi ottici dei fari posteriori, due chili di hashish suddivisi in 20 "panetti".

L'uomo, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è stato tradotto presso il carcere di Novara, mentre la droga è stata sequestrata. Nella mattinata di ieri, martedì 20 febbraio, l'arresto è stato convalidato dal Gip del Tribunale di Novara.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: dal 10 luglio niente più distanziamento su treni e bus

  • Violento scontro fra auto e motocicletta: morto un centauro novarese

  • Incidente in tangenziale a Novara: motociclista finisce contro il guard rail

  • Cosa fare in città: gli eventi del fine settimana del 4 e 5 luglio

  • Cade dal tetto, 50enne ferito gravemente

Torna su
NovaraToday è in caricamento