L'Ecomuseo partner didattico del progetto "I sentieri raccontano"

La formazione in ambito geologico e storico archeologica del progetto educativo rivolto ai giovani dei Comuni di Orta, Armeno e Gozzano e dedicato alle Riserve naturali del Colle della Torre di Buccione e del Monte Mesma, viene gestito dall'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Con la presentazione di sabato 19 marzo avvenuta presso il Palazzotto di Orta San Giulio, ha preso ufficialmente il via il progetto di educazione storico-naturalistica e ambientale delle riserve naturali speciali del Monte Mesma e del Colle della Torre di Buccione voluto dall'associazione Fly Zone e dall'associazione Ragazzoni, con il contributo della Fondazione della comunità novarese e rivolto alle scuole dei Comuni di Orta, Armeno e Gozzano, di cui l'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone è partner didattico per la formazione in ambito geologico e storico-archeologico.

L'obiettivo del progetto è di formare le nuove generazioni alla cultura del territorio per poterlo promuovere tra pari in maniera consapevole. Nel corso del 2016 i ragazzi verranno formati da diversi esperti per divenire, già nel 2017, vere e proprie guide dei siti storici. Il direttore dell'Ecomuseo Andrea del Duca, esperto di storia e archeologia e il geologo Enrico Zanoletti, cureranno un ciclo di sei lezioni dedicate ai temi geologico ambientali e storico archeologici del territorio, rivolte ai consigli comunali dei ragazzi dei tre Comuni coinvolti.

In occasione della presentazione del progetto, Andrea Del Duca ha rivolto un invito alle autorità presenti a ricordare come le riserve naturali coinvolte abbiano avuto un ruolo chiave nella nascita del feudo autonomo della "Riviera di S. Giulio", fondato nel 1219 e che, includendo i comuni che attorniano il lago d'Orta, durò fino all'era napoleonica costituendo un interessante esempio di governo illuminato.

Del Duca ha ricordato che nel 2019 ricorreranno gli 800 anni di questa eredità storica di cui la Torre di Buccione è simbolo, perché i rintocchi del suo campanile avevano il compito di richiamare gli abitanti del feudo alla difesa dei confini contro gli invasori.

Il direttore dell'Ecomuseo ha proposto alle autorità presenti di valutare che il 2019 diventi occasione per celebrare sul territorio gli 800 anni dalla nascita della Riviera di San Giulio.

In quel contesto sarà inoltre possibile vedere gli sviluppi a distanza del progetto di educazione e recupero ad oggi in corso.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento