Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca San Paolo / Via Ravenna

Operazione anti prostituzione, arresti a Novara: sequestrati 25 appartamenti in via Ravenna

In volo anche un elicottero dei carabinieri

Sono diversi i reati contestati alle quattro persone coinvolte nell'operazione svolta dai carabinieri in un residence in via Ravenna.

I militari hanno dato esecuzione ieri, mercoledì 2 ottobre, a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. Guerriero, su richiesta del Pubblico Ministero Ciro Caramore, con una quarantina di uomini, le unità cinofile e un elicottero. I reati ipotizzati vanno dallo sfruttamento della prostituzione, anche con minacce, alla tolleranza abituale della prostituzione da parte dell’albergatore, fino al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

L'operazione dei carabinieri in via Ravenna

Quaranta militari delle compagnie di Novara, Arona e Chieri, con l'ausilio della compagnia di intervento operativo del 1° Reggimento Piemonte, del nucleo carabinieri cinofili di Volpiano e di un mezzo del 1° nucleo elicotteri carabinieri di Volpiano, sono intervenuti nella mattinata del 2 ottobre in via Ravenna, nella zona di corso Vercelli. Quattro persone sono indagate per vari reati: una persona si trova ai domiciliari, un'altra ha l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, mentre per altre due è scattato il divieto di dimora a Novara.

I militari hanno accertato che, tra il 2018 e la primavera del 2019, nel Residence Emanuela, in via Ravenna 2, i quattro avevano stabilmente tollerato e sfruttato l’esercizio della prostituzione all’interno della struttura, anche attraverso l’omessa registrazione di stranieri irregolari. I 25 appartamenti sono stati posti sotto sequestro e gli attuali abitanti, di varie nazionalità, sono stati sgomberati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione anti prostituzione, arresti a Novara: sequestrati 25 appartamenti in via Ravenna
NovaraToday è in caricamento