rotate-mobile
Cronaca

Elisoccorso di Novara: continuano gli appelli su Facebook

Dopo l'incontro con il primo cittadino di Novara, dopo la conferenza della Regione Piemonte e il dibattito con il Movimento 5 Stelle, gli operatori del 118 novarese continuano a far battaglia per difendere il servizio

Sono ancora pochi, probabilmente, i mesi di vita che restano alla base dell'elisoccorso di Novara.

Secondo quanto previsto dalla Riforma della sanità regionale, infatti, il servizio dovrebbe essere chiuso a partire dal prossimo luglio. Nelle scorse setttimane sono molte le autorità e i personaggi che sono intervenuti in merito alla questione, primo fra tutti il sindaco di Novara Andrea Ballarè che aveva incontrato gli operatori del 118 novarese per discutere insieme a loro sulla situazione e sul futuro della base dell'elisoccorso.

"La chiusura della base dell'elisoccorso - aveva detto il primo cittadino - è un segnale non bello, non positivo, per la Città della Salute di Novara. Perchè oggettivamente si tratta di un impoverimento della nostra realtà, a vantaggio di altre".

Da quell'incontro non sembra essere cambiato molto per l'intera vicenda: la base novarese è sempre in procinto di chiudere. Ma Novara non si vuole arrendere, e sul web continuano gli appelli volti a salvare il servizio, importante per la città e per i novaresi.

E su Facebook, sono nati anche diversi profili legati al servizio di elisoccorso, in cui si continua a far battaglia. Nelle scorse ore, infatti, dal social network è arrivato un nuovo appello al sindaco della città.

"Vorrei coinvolgere ancora una volta - si legge nel post del profilo dell'elisoccorso di Novara - l’amico sindaco di Novara facendo una considerazione. Può darsi che per il centro città di Novara l’elisoccorso non sia di grande utilità, ma vorrei ricordare che nella primavera scorsa, proprio grazie  all’intervento dell’elicottero, è stato evacuato un cittadino dalla Cupola di S.Gaudenzio. La cosa più grave è che da luglio, quando non ci sarà più l’elisoccorso per intervenire nelle zone limitrofe alla città, dovrà intervenire l’unica ambulanza medicalizzata presente a Novara. Un solo mezzo medicalizzato dovrà coprire l'intero territorio della città e le zone circostanti. Quale mezzo medicalizzato coprirà il territorio dell’intera città se quest’ultima sarà impegnata? A differenza di quanto vogliono far credere anche la città subirà una grave perdita e notevoli conseguenze negative. A quanto mi risulta non c’è nessun piano che preveda di incrementare i mezzi di soccorso medicalizzati per la città di Novara. Rifletta Sindaco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elisoccorso di Novara: continuano gli appelli su Facebook

NovaraToday è in caricamento