Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Ensemble Artessenziale, fiore all'occhiello del Comune di Novara

Al via un nuovo anno per il progetto "La ComuneArte", con l'avvio di un percorso di formazione nel campo delle arti terapie, con specificità nella danza e nel teatro

L’Orchestra Ensemble Artessenziale è un vanto del Comune di Novara. Costituita nel 2000 dai servizi sociali, si tratta di un’orchestra e di un gruppo di danza che coinvolgono circa 30 persone tra educatori professionali del Comune, persone disabili in  carico ai servizi e volontari: tutti riuniti dal desiderio e dal piacere di fare musica e danzare.

Si tratta di un'esperienza unica ed originale nell’ambito dei servizi pubblici e fa parte di un progetto più vasto ("La ComuneArte") che riguarda l’organizzazione e la gestione di numerosi gruppi a contenuto artistico, formati tenendo conto delle potenzialità, delle capacità e dalla motivazioni dei partecipanti.

Il metodo di lavoro è quello della "Musicoterapica Essenziale", elaborato dal Centro Studi e Formazione Esagramma di Milano. L’orchestra collabora con l’Istituto Brera, con la Scuola Musicale Dedalo e con il liceo artistico e coreutico statale "Felice Casorati". I brani musicali vengono rivisitati nei loro aspetti essenziali di tempo, ritmo, dinamica, melodia, armonia, per essere adattati alle capacità dei singoli.

Il successo di questo metodo di lavoro è testimoniato dai riscontri ottenuti da Ensamble Artessenziale nei concerti tenuti in Italia ed all’Estero.

Proprio in questi giorni nell’ambito del progetto "La ComuneArte" sta per prendere il via un percorso di formazione nel campo delle arti terapie, con  specificità nella danza e nel teatro, denominato "Scuola Linguaggi Artistici Integrati".

Si tratta di una attività che fa parte del notevole sforzo che il Comune di Novara sviluppa per stare "vicino", anche con modalità particolari e con un tratto di autentica innovazione, alle persone che hanno problemi. 

L’obiettivo del progetto è quello di formare figure professionali, come educatori professionali, insegnanti, psicologi, artisti, e tutti coloro i quali manifestano un interesse per il rapporto tra l’essere umano e l’arte, in possesso di diploma di scuola media superiore, diploma di corso professionale riconosciuto, diploma di laurea triennale, specialistica o vecchio ordinamento, in grado di lavorare e di impegnarsi a vario titolo nel vasto campo delle arti terapie. Un'esperienza di lavoro nel campo della disabilità, o un'esperienza artistica nel campo della danza e del teatro sono una condizione preferenziale, ma la loro mancanza non è causa di esclusione.

Una positiva novità di questi giorni è la notizia del prezioso contributo stanziato da parte della Fondazione Comunità Novarese a sostegno di questa attività formativa che prenderà il via nel prossimo ottobre per concludersi a settembre 2016, consentendo di completare la  formazione offerta ai venti professionisti che già sono iscritti alla scuola e permetterà a venti persone disabili di frequentare i laboratori artistici dei servizi sociali.

Proprio sabato 19 settembre si è svolto, presso la sede della scuola in via Sforzesca 93, alla presenza dell’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Novara Elia Impaloni e di Gianluca Vacchini della Fondazione Comunità Novarese, un incontro di presentazione del progetto e degli obiettivi che la Fondazione si propone attraverso il suo contribuito.

Il progetto è stato illustrato dai responsabili de "La ComuneArte" presso i servizi sociali, Giulio Pegorari e Nadia Gagliardi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ensemble Artessenziale, fiore all'occhiello del Comune di Novara
NovaraToday è in caricamento