Cronaca

Esame della patente, scoperta la “truffa dell’auricolare”

Denunciate tre persone dai carabinieri che hanno scoperto i sistema

Il materiale sequestrato dai militari

Dovranno rispondere dell’accusa di truffa in concorso tre persone che lo scorso13 ottobre erano stati sorpresi dai carabinieri di Novara a "barare" all'esame di teoria per la patente

I militari, chiamati dal personale della Motorizzazione, avevano accertato che due persone di nazionalità pakistana, rispettivamente di 31 e 36 anni, residenti a Cerano ed a Novara, candidate agli esami, erano collegate con l’esterno per il tramite di microauricolari e radiotrasmettitori che, in base alle prime indagini, risultavano essere state consegnate da un loro connazionale, 33enne residente a Novara, dopo aver pagato 500 euro. Le apparecchiature ricetrasmittenti sono state sequestrate e le indagini sono proseguite fino a pochi giorni fa quando i militari hanno trovato a casa del resso l’abitazione del 33enne una serie di prove a suo carico. In particolare i carabinieri hanno trovato denaro contante, circa cinquemila euro, di cui l’indagato non era in grado di specificare la provenienza, oltre a documenti d’identità intestati a connazionali e varia documentazione contabile con elencate le date di svolgimento delle prove di esame. Inoltre i carabinieri hano trovato rinvenute diverse confezioni di anabolizzanti illegali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esame della patente, scoperta la “truffa dell’auricolare”

NovaraToday è in caricamento