La caldaia non funziona, famiglia intossicata dal monossido di carbonio

Una donna e i suoi due figli di 4 e 7 anni sono stati curati in camera iperbarica

La manutenzione della caldaia è importante per evitare malfunzionamenti

Ha rischiato grosso una famiglia per un mal funzionamento all'impianto di riscaldamento.

Una donna di 44 anni e i suoi due figli di 7 e 4 anni, residenti a Trino Vercellese, sono rimasti intossicati mercoledì 14 novembre dal monossido di carbonio che si è sprigionato da un impianto di riscaldamento difettoso. I tre, che lamentavano nausea, cefalea e malessere diffuso, sono stati prima visitati al pronto soccorso dell'ospedale di Casale Monferrato e poi trasferiti a Fara Novarese alla struttura Habilita Casa di Cura I Cedri, dove sono stati sottoposti ad un trattamento d'emergenza in camera iperbarica. Le loro condizioni fortunatamente sono buone, anche se il trattamento dovrà essere ripetuto per precauzione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in montagna: novarese precipita e muore

  • Novara, controlli dei vigili nei negozi: sequestrate scarpe da ginnastica contraffatte

  • Festa fra studenti in un locale al Ticino si trasforma in una lite

  • Incidente in montagna, è Maurizio Bruschi il novarese precipitato durante un'escursione

  • Tragedia a Novara, si sente male al funerale del marito: morta 84enne

  • Arona, sul Lago Maggiore tornano le Frecce Tricolori

Torna su
NovaraToday è in caricamento