Famiglia intossicata dal monossido in casa: in camera iperbarica anche una bimba di 7 anni

La famiglia è stata ricoverata a Fara Novarese

Repertorio

Hanno iniziato a stare male in casa e hanno capito che qualcosa non andava, così hanno chiamato il 112.

Sono stati curati al centro Habilita Casa di Cura I Cedri di Fara Novarese tre persone, due adulti e una bambina di 7 anni, che sono rimasti intossicati dal monossido di carbonio in casa a Vercelli. La prima a sentirsi male è stata la bimba, che nella sera di sabato ha accusato cefalea, nausea con vomito sino alla perdita di coscienza, mentre anche i genitori avevano vertigini e nausea.

L'ambulanza del 118 li ha soccorsi e portati all'ospedale Sant'Andrea, dove sono stati rilevati alti valori di carbossiemoglobina, da trattare in emergenza in camera iperbarica. Dopo il trasferimento a Fara e i trattamenti, che sono durati fino al tardo pomeriggio di domenica, la famiglia è stata riaccompagnata in ospedale in buone condizioni. 

Si ipotizza che il monossido di carbonio si sia sprigionato da un impianto di riscaldamento difettoso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, scuole chiuse e manifestazioni sospese a Novara: l'ordinanza del Comune

  • Coronavirus, tende da campo davanti al pronto soccorso di Novara

  • Coronavirus, in Piemonte un caso confermato: negativi gli altri 15

  • Incidente a Novara, è morto il bambino investito in corso Trieste

  • Incidente mortale in corso Trieste, il piccolo Achraf travolto da una moto mentre era in bicicletta

  • Bambino investito a Novara: gravissimo in ospedale

Torna su
NovaraToday è in caricamento