rotate-mobile
Cronaca Borgomanero

Fatture false per oltre 4 milioni di euro: nei guai tre persone

Coinvolta un'impresa del Borgomanerese operante nel settore dei rottami metallici. L'operazione è stata eseguita dalle Fiamme Gialle di Borgomanero

Fatture false per oltre 4,6 milioni di euro e tre persone segnalate alla Procura della Repubblica di Novara per i reati di emissione e dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture per operazioni inesistenti.

Sono questi i risultati di una verifica fiscale eseguita dai finanzieri della Compagnia di Borgomanero nei confronti di una società operante nel Borgomanerese.

A finire sotto la lente di ingrandimento delle Fiamme Gialle, un'azienda operante nel settore dei rottami metallici, che aveva posto in essere un vero e proprio sistema di frode fiscale imperniato sull’utilizzo di Foi (Fatture per operazioni inesistenti). In particolare, la società si avvaleva della complicità di imprese emittenti considerate "teste di legno", non operative e create ad hoc, e procedeva regolarmente ad acquisire, pagando somme in contanti che oscillavano tra i 400 e i 600 euro a documento, fatture per migliaia di euro attestanti acquisti fittizi di rottami che utilizzava regolarmente per la dichiarazione dei redditi.

L'attività svolta dai finanzieri della Compagnia di Borgomanero, le cui indagini sono andate a interessare diversi comuni del Novarese, si è conclusa con il sequestro di iniziativa di oltre 200 documenti, segnalando inoltre all’Agenzia delle Entrate ed alla Regione Piemonte, per il recupero a tassazione, materia imponibile superiore ai 4 milioni e 650mila euro, riferita alle annualità dal 2010 al 2013.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fatture false per oltre 4 milioni di euro: nei guai tre persone

NovaraToday è in caricamento