Fauser: studenti protestano per il freddo, ma qualcuno lascia le finestre aperte

Temperature "glaciali" nelle aule dell'istituto. I tecnici scoprono però termosifoni chiusi e finestre aperte nelle classi più fredde

Gli studenti del Fauser nei corridoi per protesta

Giovedì mattina gli studenti del Fauser si sono rifiutati di entrare nelle aule.

Il motivo sono le temperature a dir poco glaciali: in alcune classi, infatti, il termometro segnava 13 gradi.

Gli studenti hanno quindi protestato restando nei corridoi, visto che la situazione si protrae da mesi. Alle 8 del mattino i ragazzi entrano a scuola, ma alcune aule e laboratori non si scaldano prima delle 10.

I tecnici della provincia, responsabile degli impianti di riscaldamento, hanno però scoperto un piccolo dettaglio: nelle aule ghiacciate erano state lasciate aperte le finestre e, in alcuni casi, chiusi i termosifoni. Con le finestre chiuse la temperatura è regolare.

Si tratterebbe quindi di una messa in scena organizzata da qualcuno per far perdere ore di lezione a tutti? É possibile, anche se gli studenti spiegano che la situazione dura da troppo tempo per essere solo colpa di qualche ragazzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'unica cosa importante, però, è che, quale che fosse il motivo, gli studenti del Fauser possano, finalmente, far lezione al caldo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • "Fase" 2 | Sì a sport, passeggiate e montagna: tutte le regole in Piemonte

  • Novara, bonus bici confermato: come fare richiesta per ottenere fino a 500 euro per biciclette e mezzi elettrici

  • Coronavirus, chiuso il reparto Covid dell'ospedale di Novara

  • Coronavirus, in Piemonte mascherine obbligatorie nei centri commerciali (anche all'aperto) e bar chiusi entro l'una

  • Cornavirus, primo sabato sera di apertura di bar e ristoranti a Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento