Festival della Dignità umana: lettera del presidente del Senato

Con una lunga e pregnante lettera (di cui riportiamo solo alcuni passaggi) il presidente del Senato Pietro Grasso, che patrocina il Festival della Dignità Umana, ha voluto inviare i propri saluti con l'augurio di buon lavoro agli organizzatori di Dum che prenderà il via questa sera nella Chiesa Parrocchiale a Pettenasco

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Con una lunga e pregnante lettera (di cui riportiamo solo alcuni passaggi) il presidente del Senato Pietro Grasso, che patrocina il Festival della Dignità Umana, ha voluto inviare i propri saluti con l'augurio di buon lavoro agli organizzatori di Dum che prenderà il via questa sera nella Chiesa Parrocchiale a Pettenasco.

"Desidero esprimere idealmente la mia partecipazione personale e istituzionale a questa iniziativa dal così alto valore umanitario e giuridico che, sono certo, costituirà una preziosa occasione d'incontro e di confronto tra autorevoli esponenti del mondo religioso, culturale, politico e sociale. (...)

Prima che principi politici, morali e sociali, i valori su cui poggia la dignità umana sono istanze morali primarie di cui la società globale deve farsi carico in quanto costituiscono diritti assoluti e non negoziabili dell'essere umano e riconducibili a un unico e stabile fondamento 'il diritto dell'Uomo ad avere diritti'. (...)

Augurando pieno successo al Festival, agli organizzatori, e a quanti saranno presenti, invio il mio più cordiale saluto".

Pietro Grasso

Il Festival si aprirà uffficialmente con gli interventi del direttore scientifico di Dum, Giannino Piana, del presidente nazionale di Amnesty International, Antonio Marchesi e dello storico Lino Cerutti che ricorderà la figura di Peter Benenson. Domani, sabato 21, alle 18 all'hotel Approdo è atteso don Luigi Ciotti, fondatore di Gruppo Abele e Libera mentre alle 21 nella chiesa Parrocchiale di Pettenasco andrà in scena lo spettacolo di teatro e musica "Riflessi... di dignità" su testo di Marco Bossi e Gianni Dal Bello.

In un gioco allegorico sulla ricerca della dignità dell'uomo verrà ripercorsa in modo originale l'ispirazione di Peter Benenson che portò alla nascita di Amnesty International proprio da un'idea scaturita sulle rive del Lago d'Orta dove l'avvocato inglese trascorreva ogni anno le proprie vacanze.

La parte musicale è affidata alla veja Masca. L'ingresso è libero.

Domenica 22 alle 17,30, in chiesa parrocchiale il vescovo di Novara, monsignor Franco Giulio Brambilla parlerà sul tema: "La morte del prossimo? L'altro che è in noi".

Il festival si sposterà a Borgomanero e Ghemme nel weekend successivo con incontri e spettacoli, con la presenza tra gli altri dell'olimpionico Igor Cassina, dello scrittore Loriano Macchiavelli, del teologo Pier Davide Guenzi e dell'economista Stefano Zamagni.

A Omegna prosegue la rassegna cinematografica curata da Bruno Fornara.

Il programma completo su https://www.dignitauamana.it

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento