Adsl e fibra ottica: com'è la situazione nel comune di Novara?

Infratel Italia ha mappato la situazione della connessione internet in tutta Italia. A Novara la fibra ottica raggiunge meno della metà dei cittadini

Il 95% dei novaresi ha accesso alla connessione internet a banda larga, più comunemente chiamata adsl. Questo è solo uno dei dati che emergono dallo studio di Infratel Italia s.p.a, società fondata dal Ministero dello Sviluppo, per mappare la situazione della connessione nel Paese.

Rispetto agli obiettivi imposti dall'Europa l'Italia è piuttosto indietro: ma com'è la situazione nel nostro comune?

Come già accennato l'adsl a linea fissa è disponibile sul 95,9 % del territorio cittadino; il restante 4,1 % è coperto da linea wireless.

Quindi la situazione per la normale banda larga, da 2 a 20 Mbps di velocità, è piuttosto buona. Diverso è il discorso per la fibra ottica: solo il 45,2% dei novaresi può disporre di una rete ad alta velocità, maggiore a 30 Mbps.

Gli interventi degli ultimi mesi hanno comunque dimostrato che vari operatori telefonici, in collaborazione con il comune, sono interessati a cablare tutta la città. Il 79% dei lavori è stato completato e la fibra raggiunge quasi 35 mila novaresi, per un totale di 107 km di cavi installati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

fibra ottica-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus: in Piemonte 29 nuovi decessi, 38 pazienti guariti e altri 144 “in via di guarigione”: i casi totali sono 7.228

  • Coronavirus, 6.708 casi in Piemonte: 46 nuovi decessi e 32 persone guarite

  • "I malati di coronavirus potrebbero essere curati a casa, ma non ci sono i farmaci". Il racconto di un medico di base novarese

Torna su
NovaraToday è in caricamento