rotate-mobile
Cronaca

Finti siti di banche e assicurazioni: truffati alcuni novaresi

Polizze auto pagate e mai attivate e falsi messaggi della banca. La polizia di Novara ha denunciato i responsabili

La polizia di Novara ha scoperto, e denunciato, gli autori di alcune truffe on line.

Nel primo caso un novarese ha ricevuto un messaggio dalla sua banca che lo informava di movimenti sospetti sul conto. Allarmato, ha cliccato sul link ed è stato dirottato sulla pagina web del proprio operatore bancario e in seguito contattato telefonicamente, prima da un numero di rete fissa e in seguito da un numero di cellulare. Seguendo tutte le istruzioni telefoniche fornite dal sedicente operatore pensava di aver risolto il problema, ma ha poi scoperto di aver disposto due bonifici per oltre 9mila euro. La polizia di Novara è risalita ai due responsabili, che erano riusciti anche a clonare il numero di telefono di Poste Italiane, e li ha denunciati.

Un'altro novarese è stato vittima di una truffa, questa volta sull'assicurazione per l'auto. La vittima, dopo aver effettuato una ricerca on line, nel mese di marzo 2022 aveva acquistato una polizza assicurativa per l'auto. Solo dopo sei mesi, a seguito di un controllo stradale, ha scoperto che il veicolo non era assicurato e che, quindi, era stato truffato. Dopo aver sporto denuncia, gli agenti sono riusciti a risalire ai presunti autori, i quali avevano già ricevuto sul proprio conto corrente numerosi altri pagamenti riconducibili a polizze assicurative inesistenti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finti siti di banche e assicurazioni: truffati alcuni novaresi

NovaraToday è in caricamento