"Mille occhi sulla città": firmato il protocollo sulla sicurezza in città

Prefettura, Comune di Novara e istituti di vigilanza uniti per la sicurezza dei cittadini a Novara e provincia. Amelio: "E' questo un progetto importante che sono orgoglioso di poter presentare e firmare"

Novara più sicura con il protocollo "Mille occhi sulla città".

E' stato siglato questa mattina, lunedì 23 aprile a Novara, presso gli uffici della Prefettura, il protocollo d'intesa tra Comune, Prefettura e istituti privati di vigilanza presenti in città.

"E' questo un progetto importante che sono orgoglioso di poter presentare e firmare alla stampa poco prima della fine del mio mandato qui a Novara". Sono queste le prime parole del prefetto Giuseppe Adolfo Amelio, durante la conferenza stampa di presentazione del protocollo d'intesa sulla sicurezza in città. "Era un progetto - sottolinea il prefetto - che avevamo in mente da tempo e che solo ora, dopo un'attenta esamina, siamo in grado di approvare e presentare. La sicurezza dei cittadini è sicuramente obiettivo e fine ultimo che accomuna la prefettura,  gli organi di governo e gli istituti di vigilanza presenti sul territorio. Riteniamo questo un atto dovuto per la sicurezza di ciascuno di noi e per la sensibilizzazione verso i cittadini, i quali sono invitati a mantenere alta l'attenzione e a segnalare agli organi di competenza eventuali situazioni che ritengono di pericolo o sospette".

Emozionato e altrettanto sicuro che la firma di questo protocollo sia un passo in avanti per la sicurezza di ogni singolo cittadino il sindaco di Novara Andrea Ballarè, che si dice soddisfatto per il buon coordinamento tra le forze dell'ordine che con la firma di questo protocollo diviene ancora di più realtà. "E' importante - commenta il primo cittadino - che si sensibilizzi ognuno di noi a tenere gli occhi bene aperti sulla città al fine di garantire per sè e per gli altri una maggiore sicurezza nella vita di tutti i giorni. Il progetto si intitola 'Mille occhi sulla città' perchè vorremmo che ogni singolo cittadino aumenti l'oculatezza sulla vita in città e crei una rete di sicurezza in collaborazione con gli organi e le forze competenti in materia di sicurezza".

Ma in cosa consiste il progetto? "La maggior oculatezza delle guardie in città vuole fornire maggior controllo al singolo cittadino. Il cittadino deve essere un attento osservatore e segnalatore degli eventi in città". Riassume così il prefetto Amelio il senso del protocollo d'intesa firmato oggi. "La guardia giurata - continua - segnalerà mezzi e persone sospette nelle diverse zone della città, persone in stato confusionale, presenza di ostacoli in strada, situazioni di degrado urbano e  di disagio sociale. La comunicazione di una di queste situazioni sarà segnalata immediatamente alla centrale operativa della Questura o del Comando dei carabinieri, per quanto riguarda la sicurezza pubblica. Per la sicurezza urbana la guardia giurata interagirà con la centrale operativa dei vigili urbani. In quest'ottica di sincronia tra le forze pubbliche si intende agire per restituire ai novaresi una città più sicura. Si inizierà - precisa  il prefetto - con il monitoraggio dell'area cittadina di Novara per poi estendere il progetto anche al restante territorio provinciale".

Consensi e approvazione per la firma del protocollo d'intesa arrivano anche dagli istituti di vigilanza privati di novara: Mondialpol, Ally sistem, Civis e Telecontrol vigilanza Nord ovest.

Aldo Giovanni Emmanuelli, di Telecontrol vigilanza commenta positivamente l'accordo : "E' questa una nuova attività che darà più sicurezza ai cittadini. Una nuova dignità per la sicurezza cittadina che va incontro ai bisogni di tutti. Verrà fornita a tutti gli addetti una adeguata formazione e preparazione per ogni evenienza. Rinngraziamo il Prefetto e il primo cittadino per questo passo in più veso la sicurezza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parole analoghe sono arrivate anche da Claudio Berrini, responsabile di Civis Spa: "Abbiamo aderito volentieri. Questa sinergia tra le autorità e le agenzie di sicurezza private è sicuramente - dice - una sinergia positiva sotto tutti i punti di vista. La sicurezza dei cittadini è il bene e il fine ultimo che tutti vogliamo preservare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Coronavirus: in Piemonte mascherine obbligatorie anche all'aperto per il ponte del 2 giugno

  • Domodossola: addio alla pianista Alice Severi, ex bambina prodigio della musica

  • Novara, le mascherine gratuite si ritirano in farmacia

  • Tragedia a Romagnano Sesia, 22enne annegato nel Sesia

  • Novara, c'è la data ufficiale di apertura del supermercato Aldi in corso della Vittoria

Torna su
NovaraToday è in caricamento