Cronaca

In arrivo cibi sani nei distributori delle scuole superiori

La provincia, in collaborazione con l'ordine dei medici, sta portando avanti un progetto per mettere frutta fresca e non solo nei distributori automatici

"L'idea è nata da mia figlia - spiega il consigliere provinciale Tino Zampogna - che mi ha detto che a scuola avrebbe voluto la possibilità di mangiare frutta fresca. Chiedendo agli studenti delle scuole superiori abbiamo scoperto che anche altri ragazzi sarebbero stati d'accordo". Così è nata l'iniziativa per migliorare la qualità dei cibi distribuiti a scuola, anche nelle "macchinette" automatiche.

"Mi è sembrata una buona idea - prosegue Zampogna - così abbiamo contattato l'Asl e il presidente dell'ordine dei medici per incontrarci".

I consiglieri Emanuela Allegra (istruzione) e Tino Zampogna (politiche sociali) insieme al presidente dell'Ordine dei medici D'Andrea e ai tecnici dell'Asl stanno incontrando in questi giorni i referenti delle scuole e anche i produttori locali per capire come migliorare la situazione nelle scuole della provincia.

Per ora si tratta solo di un progetto, ma molti insegnanti e presidi si sono detti d'accordo con l'iniziativa. L'idea prevede che anche gli insegnanti di scienze e di scienze motorie siano formati per spingere i ragazzi ad un'alimentazione più sana.

"Il piano - conclude Zampogna - è quello di chiedere come condizione a chi scriverà il bando per i distributori automatici che tra i prodotti distribuiti ci siano anche cibi sani". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In arrivo cibi sani nei distributori delle scuole superiori
NovaraToday è in caricamento