Fsi, rinnovo degli organismi statutari

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Si è svolto a Perugia, nei giorni 20 e 21 giugno, il congresso nazionale di federazione della Fsi (Federazione sindacati indipendenti).

Il congresso nazionale di federazione - a cui hanno preso parte e partecipato 308 delegati eletti nei congressi territoriali e nel collegio unico nazionale (Torino, Asti, Novara, Alessandria, Genova, Milano, Monza–Brianza, Lodi, Venezia – Rovigo, Padova, Vicenza, Treviso, Udine, Gorizia, Pordenone, Bologna, Parma, Siena, Perugia, Terni, Ancona–Macerata–Ascoli, Roma, Latina, Frosinone, Olbia, Sassari, Cagliari, Oristano, Chieti, Pescara, Campobasso, Isernia, Caserta, Napoli, Benevento–Avellino, Foggia, Barletta-Andria-Trani, Bari–Taranto, Lecce, Brindisi, Matera, Potenza, Crotone, Cosenza, Vibo valentia, Catanzaro, Reggio Calabria, Catania, Caltanissetta, Enna, Siracusa e Trapani) rappresentanti complessivamente un totale di 15400 associati - con la determinante presidenza della dott.ssa Mariangela Campus (che ha proceduto alla relativa proclamazione dei risultati) e la partecipazione di parlamentari, consiglieri regionali dell’Umbria e numerose altre autorità, ha proceduto ad eleggere il segretario generale della Fsi per i prossimi cinque anni, confermando Adamo Bonazzi, e altresì i due segretari nazionali di federazione Vincenzo Mervoglino e ParideSanti .

A rappresentare Novara e Vercelli al congresso nazionale una delegazione di 7 dirigenti sindacali guidati dal segretario territoriale Giuseppa Maria Pace.

Il riconfermato segretario generale Adamo Bonazzi ha dichiarato: "Questa è una giornata importante e determinante per la nostra organizzazione che a causa di alcuni mistificatori ha vissuto e sta vivendo un momento delicato; la grande partecipazione di delegati e l’alto numero di congressi schierati sulle nostre posizioni dimostrano che l’organizzazione è sana e solida e sa reagire democraticamente alle vigliaccate di alcuni soggetti. Un grazie a tutti i delegati ed agli ospiti per un grande congresso che attraverso un ampio dibattito e la giusta dose di pragmatismo ha saputo conciliare le differenti posizioni convogliandole in una unica mozione. Qui si è fatta politica sindacale con democrazia vera. Non è cosa di tutte le associazioni. Abbiamo obiettivi ambiziosi e progetti per il futuro. Ma il lavoro non ci spaventa e saremo in prima linea come sempre".

"L’intenzione della Fsi è quella di riuscire a far rivedere il sistema. Il patto della salute varato dopo il decreto Balduzzi ha tradito le aspettative dei cittadini e dei lavoratori del Ssn, e ovviamente di quelli regionali", ha affermato è Giuseppa Maria Pace, che riprende la dichiarazione del segretario generale Bonazzi in merito ad un miglioramento dell’assistenza territoriale e alla diminuzione della spesa pubblica: "gli operatori del settore, dopo aver investito molti anni della propria vita negli studi, si trovano ad operare nelle medesime condizioni schiacciati dal sistema. La Fsi ha tentato così di farsi carico del problema e di indicare soluzioni".
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento