Cronaca

Trecate, furto di combustibile ai danni della Sarpom: in manette 27enne

L'uomo è accusato di furto aggravato. E' stato arrestato dai carabinieri di Vigevano, che lo hanno sorpreso in un capannone abbandonato in provincia di Pavia dove veniva "stoccato" il combustibile rubato

Maxi furto di carburante ai danni della Sarpom di Trecate. Lo hanno scoperto i carabinieri di Vigevano, che mercoledì hanno arrestato uno dei responsabili, un 27enne lettone, in Italia senza fissa dimora, accusato di furto aggravato.

L'uomo è stato arrestato in un capannone abbandonato del pavese, a Castello d'Agogna, dove veniva "stoccato" il combustibile rubato. Secondo quanto ricostruito dai militari dell'Arma, il furto avveniva all'interno del capannone, allestito a laboratorio clandestino per la sottrazione di combustibile, mediante l’applicazione di un tubo interrato lungo circa due chilometri, innestato artigianalmente lungo la conduttura dell’oleodotto della Sarpom tra Trecate e Casale Monferrato. Sfruttando la pressione dell'oleodotto, i ladri sono riusciti a riempire con 50mila litri di combustibile tre serbatoi di grosse dimensioni, denominati "materassini".

La stanza in cui erano sistemati i contenitori era stata dotata di una finta parete di cartone, per impedire la vista ed eventuali ispezioni dall’esterno, mentre in una stanza attigua era stata realizzata una sorta di "cabina di regia" munita di monitor collegato a diverse telecamere, utilizzate dai ladri per vigilare la zona e controllare l’eventuale arrivo di forze dell’ordine.

Tutta l’attrezzatura rinvenuta è stata sottoposta a sequestro, mentre il combustibile è stato restituito agli aventi diritto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trecate, furto di combustibile ai danni della Sarpom: in manette 27enne

NovaraToday è in caricamento