menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Novara, Giornata della Memoria 2013: le iniziative dell'Anpi

Tra le tante iniziative promosse dall'Anpi provinciale e dalle varie sezioni, questa sera, mercoledì 23 gennaio, va in scena uno spettacolo teatrale a Oleggio. Martedì 29 gennaio, invece, appuntamento al Fauser di Novara

L'Anpi provinciale celebra la Giornata della Memoria con numerosi appuntamenti nei comuni del territorio.

"Il Giorno della Memoria della Shoah - commenta la presidente Anna Cardano - è stato istituito dal Parlamento italiano 13 anni fa con una legge votata all’unanimità che fa riferimento a tre categorie di vittime e ad una di persecutori. Le prime sono gli ebrei e i sinti-rom, i deportati politici in KL (perseguitati per quello che facevano o avrebbero potuto fare, come antifascisti, partigiani, operai in sciopero, renitenti alla leva, religiosi di varie fedi) e gli IMI (i militari italiani che dopo l’8 settembre 1943 rifiutarono di continuare la guerra a fianco di Hitler e furono per questo internati). Ma non vanno dimenticate le altre categorie criminalizzate dall’ideologia nazifascista: omosessuali, handicappati, malati incurabili, ragazzi cosiddetti 'asociali' che magari suonavano il jazz, considerato allora musica 'degenerata', come tutta quella di origine americana. Per quanto riguarda i persecutori la legge parla chiaramente di nazifascismo".

L’ANPI sottolinea dunque due aspetti importanti. "E’ necessario - continua la presidente Cardano - che tutte queste categorie vengano ricordate, evitando di ricorrere a memorie separate che non sono in grado di richiamarci alle nostre responsabilità storiche di italiani e di europei, e alle responsabilità verso le discriminazioni di oggi. E’ inoltre importante evitare di banalizzare queste tragiche vicende, recuperando la storia delle vittime ma anche, cosa assai più difficile, le pseudo motivazioni dei persecutori, la banale 'normalità' con cui persecuzioni e deportazioni furono accettate da molti che si ritenevano incolpevoli esecutori di ordini altrui o da altri, indifferenti, che si ritenevano non coinvolti da tali vicende. Facciamo in modo le iniziative dedicate al Giorno della Memoria non divengano rassicuranti autoassoluzioni o celebrazioni retoriche. Il 'consumismo' della memoria è in agguato e per evitarlo dobbiamo imparare a capire, e aprire gli occhi sulla società contemporanea, dove razzismi e discriminazioni crescono a dispetto di un mondo sempre più globale, pesantemente segnato da una crisi profonda, non solo economica".

Tra le tante iniziative promosse dall’Anpi provinciale e dalle varie sezioni Anpi del territorio, anche in collaborazione con Enti locali e altre istituzioni, questa sera, mercoledì 23 gennaio, alle ore 21 va in scena al Teatro Civico di Oleggio "Letture di Primo Levi", a cura di Elena Ferrari e Stefano Micheletti. Domani, giovedì 24 gennaio, la biblioteca Negroni di Novara ospita, invece, un omaggio a Edith Bruck, con la proiezione della videointervista; appuntamento alle 21, saranno presenti i curatori Fausto Ciuffi e Ivan Andreolo.

Venerdì 25 gennaio, alle ore 21 presso il Castello Sforzesco di Galliate, andrà in scena "La tragedia della deportazione", con Sergio Vercelli; mentre martedì 29 gennaio, alle ore 11,15 presso l'aula magna dell'Itis Fauser di Novara, è in programma l'evento "Calcio e Shoah", con Gianni Cerutti.

Giovedì 31 gennaio, infine, alle ore 10 presso l'aula magna della Facoltà di Economia dell'Università del Piemonte Orientale a Novara, appuntamento con "Arpad Weisz: il tragico destino dell'uomo che inventò il calcio moderno", con Gianni Cerutti dell’Istituto Storico della Resistenza.

L'Anpi provinciale segnala inoltre due iniziative dedicate ad Alan Turing, il matematico inglese che decodificò il codice segreto nazista, uno dei padri dell’informatica, poi condannato nel dopoguerra per la sua omosessualità (vicenda che lo portò ad una tragica morte prematura). A condannarlo fu la democratica Gran Bretagna, che lo scorso anno ha ufficialmente chiesto scusa per questa vicenda. Le iniziative dedicate a Turing si svolgeranno: il 21 febbraio, alle ore 18 alla Libreria Lazzarelli di Novara, con Massimo Debernardi; la stessa iniziativa sarà replicata il 26 febbaio alle ore 11,15 presso l'aula magna dell’Itis Fauser di Novara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, il Piemonte resta in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Economia

    Dopo Borgomanero, McDonald's arriva anche a Oleggio

  • Attualità

    Coronavirus, come procedono i vaccini in Piemonte?

Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento