rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Gozzano

Gozzano: presentato il maestoso Cristo Salvatore

Autorità civili e religiose hanno partecipato all'inaugurazione del Cristo in marmo di Carrara: una scultura imponente di oltre 6 metri d'altezza destinata ad un villaggio della Nigeria. Guarda la fotogallery!

81 giorni di lavoro, 28 tonnellate di marmo di Carrara, 6,2 metri di altezza, 5,70 di apertura da mano a mano e 90 cm la sola altezza del volto: questi sono i numeri dell'imponente Cristo Salvatore scolpito a mano dal marmista Michele Monfroni.

Ieri mattina, venerdì 3 ottobre, nello showroom della storica azienda Cusio Graniti, quarta generazione dei maestri scalpellini di Alzo di Pella, la statua è stata scoperta alla presenza delle autorità civili e religiose. La maestosa opera, scolpita interamente a mano, tra una settimana verrà portata in un villaggio della Nigeria per il quale è stata commissionata.

Don Enzo Sala, parroco di Gozzano, ha benedetto la statua: "attraverso un'opera ci si può convertire con il linguaggio semplice del vedere". La famiglia Ravedoni ha inoltre deciso di donare il bozzetto del Cristo alla parrocchia di Gozzano affinchè tutti lo possano vedere e venerare.

E' intervenuta anche Carla Biscuola, per quest'occasione in doppia veste, sindaco e architetto: "sono orgogliosa di festeggiare con voi questi 20 anni, ho sempre seguito la vostra storia fatta di passione ed impegno che ha superato le difficoltà. Oggi c'è il passaggio di staffetta con Simona, una giovane che si è messa in gioco. Faccio i miei complimenti per aver investito sul territorio invece di seguire l'esodo all'estero, ha avuto coraggio! Un augurio che questa azienda possa rappresentare Gozzano nel mondo".

Erano inoltre presenti al particolare evento i sindaci di Briga Novarese Chiara Barbieri e Pietro Fortis di Armeno, l'assessore provinciale alla viabilità Gianluca Godio, gli amministratori gozzanesi Renzo Piletta, Libera Ricci e Paolo Zucchetti e il maresciallo del Comando dei Carabinieri di Gozzano Penariol.

INAUGURAZIONE CRISTO IN MARMO DI CARRARA

La giornata è stata dunque l'occasione ufficiale del passaggio di consegne tra Cesare Ravedoni e la figlia Simona di soli 22 anni.

Infine da corollario è stata inaugurata una mostra di sculture artistiche, rigorosamente in marmo bianco di Carrara, allestita nel cortile dell'azienda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gozzano: presentato il maestoso Cristo Salvatore

NovaraToday è in caricamento