Cronaca

Incendio a Mortara, continuano i monitoraggi di Arpa che assicura: "Nessun pericolo"

Secondo l'Agenzia regionale per la protezione ambientale, la nube di fumo tossico non dovrebbe raggiungere il territorio piemontese

Sul luogo dell'incendio anche i vigili del fuoco di Novara

Mentre i vigili del fuoco (presente anche una squadra da Novara) sono ancora al lavoro per spegnere l'incendio che è divampato nella mattinata di ieri, mercoledì 6 settembre, in un'azienda di rifiuti speciali a Mortara, i tecnici di Arpa Piemonte continuano i monitoraggi nelle zone limitrofe al rogo.

"Nella giornata di ieri - fanno sapere da Arpa - i campionamenti di aeriformi nelle provincie di Alessandria, Novara e Vercelli, a verifica della possibile ricaduta dei fumi dell’incendio alla ditta di rifiuti speciali in atto a Mortara hanno consentito di valutare i primi indicatori di combustione immersi nell’atmosfera e l’effettuazione di campioni d’aria che verranno analizzati nei prossimi giorni in laboratorio per la ricerca di Microinquinanti (diossine e IPA) e i VOC (Composti Organici Volatili)".

"I primi dati effettuati da strumenti automatici - assicurano da Arpa - non hanno evidenziato una presenza anomala dei composti ricercati, ma solo al termine delle analisi di laboratorio specialistiche sarà possibile valutare il fenomeno dell’eventuale ricaduta sul territorio. Oggi la circolazione dei venti è prevista analoga alla giornata di ieri, quindi i prodotti di combustione non dovrebbero interessare il territorio piemontese, ma i tecnici di Arpa continueranno i monitoraggi di garanzia nelle zone di possibile ricaduta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio a Mortara, continuano i monitoraggi di Arpa che assicura: "Nessun pericolo"

NovaraToday è in caricamento