menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sul posto sono intervenute diverse squadre dei vigili del fuoco

Sul posto sono intervenute diverse squadre dei vigili del fuoco

Fiamme in un'azienda di rifiuti speciali a Mortara: nessun pericolo per Novara

L'incendio è divampato mercoledì mattina; il fumo è visibile anche dal novarese, ma dal Comune rassicurano: "Nessun rischio per la popolazione"

Nella mattinata di oggi, mercoledì 6 settembre, un incendio è divampato in un'azienda di rifiuti speciali di Mortara, in provincia di Pavia. Si tratta di un vastissimo rogo, che ha generato una nube di fumo tossico, visibile anche dal novarese. Per la città di Novara, però, non c'è alcuni rischio, l'assessore alle Politiche ambientali del Comune ha infatti rassicurato i cittadini attraverso un comunicato stampa: "Non sussistono al momento situazioni di pericolo per la popolazione".

"Subito dopo la diffusione della notizia - ha spiegato l'assessore - sono stati presi contatti con i referenti locali dell’Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente, che aveva già provveduto alla verifica dei dati delle centraline della rete provinciale per il rilevamento degli agenti atmosferici inquinanti, oltre all’invio sul territorio del novarese, al confine con la provincia pavese, del proprio personale tecnico. Finora non sono state verificate situazioni anomale, ma il costante monitoraggio da parte degli operatori prosegue per poter scongiurare in ogni momento l’eventuale pericolo".

I sindaci della zona, compresi i primi cittadini di Tornaco e Borgolavezzaro, hanno emesso ordinanze in cui si consiglia alla popolazione di tenere, a scopo precauzionale, le finestre chiuse. Il rischio, infatti, è che si stia sviluppando diossina. Rischio che secondo Arpa al momento non interesserebbe la regione Piemonte.

"Al momento - confermano infatti da Arpa - non sono segnalate nel territorio piemontese ricadute, in quanto i venti spingono il fumo verso la Lombardia.

Dal punto di vista meteorologico i venti in prossimità del suolo sono previsti calmi o al più di debole intensità di direzione variabile fino al tardo pomeriggio odierno su tutto il settore al confine con la Lombardia. Successivamente è attesa una intensificazione da sud sull’alessandrino e sull’astigiano e da nord-nordest sulle zone del novarese e vercellese. A quote superiori ai 1000 m il vento risulta sempre di debole intensità. Il monitoraggio di Arpa Piemonte continuerà fino allo spegnimento dell'incendio, verificando in tempo reale anche la direzione dei venti".

Lo stesso potenziale pericolo si era verificato la scorsa primavera, quando le fiamme avevano interessato un'azienda che si occupa di smaltimento rifiuti e bonifica ambientale a Parona, sempre nel pavese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento