Cronaca

"Uno in meno", dopo il post dell'insegnante novarese la Procura apre un'inchiesta

Al momento il reato ipotizzato sarebbe quello di vilipendio delle forze armate

Eliana Frontini

Sulla vicenda del post choc sulla morte del carabiniere a Roma ("Uno in meno e chiaramente con sguardo poco intelligente. Non ne sentiremo la mancanza") apparso sul profilo Facebook dell'insegnante novarese Eliana Frontini la Procura della Repubblica di Novara ha aperto un'inchiesta. Il reato ipotizzato al momento sarebbe quello di vilipendio delle forze armate.

Intanto, l'Ufficio scolastico regionale del Piemonte ha notificato alla professoressa, che dopo essersi scusata ha dichiarato di non essere l'autrice del post choc, l'apertura di un procedimento disciplinare contestandole la violazione dei doveri d'ufficio per aver tenuto una condotta gravemente in contrasto con la funzione educativa e gravemente lesiva dell'immagine della scuola, della pubblica amministrazione, degli alunni e delle famiglie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Uno in meno", dopo il post dell'insegnante novarese la Procura apre un'inchiesta

NovaraToday è in caricamento