menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri impegnati nell'indagine

I carabinieri impegnati nell'indagine

Novara, moria di pesci nel Terdoppio: denunciato il responsabile di un'azienda chimica

I carabinieri forestali hanno iniziato le indagini dopo le segnalazioni di decine di pesci morti

Decine e decine di pesci morti lungo le sponde del Terdoppio, a Novara, hanno fatto scattare le indagini dei carabinieri forestali.

Tutto è iniziato il 14 luglio scorso, quando diversi cittadini hanno segnalato l'anomala moria di pesci in una zona in cui il Terdoppio passa in città. I carabinieri sono intervenuti e grazie a indagini, testimonianze, rilievi sul territorio, analisi dell’ARPA e ricostruzione storico-ambientale sono riusciti ad individuare le probabili cause. Sembra che la moria sia stata provocata da uno scarico di sostanze chimiche operato da un'azienda novarese per problematiche connesse al corretto funzionamento degli impianti del sito industriale.

La causa probabile della morte dei pesci sembrerebbe essere l’ipossia, cioè l’abbassamento anomalo e grave dei livelli di ossigeno presenti nelle acque, con conseguente morte per asfissia. Per questo il responsabile della ditta è stato denunciato per inquinamento ambientale e per uccisione di animali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quando il Piemonte tornerà in zona gialla?

Attualità

Approvato il nuovo decreto "Riaperture": le nuove regole fino al 31 luglio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Coronavirus: il vaccino si prenota anche dai carabinieri

  • Economia

    Dopo Borgomanero, McDonald's arriva anche a Oleggio

Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento