menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tornano in libertà i cinque giovani fermati dopo l'inseguimento con la polizia

I minorenni sono di nuovo liberi dopo la fuga e l'incidente con una pattuglia sabato in corso Risorgimento

Sono minori e quindi non possono essere arrestati per i reati a loro contestati. Per questo i cinque giovani che sabato mattina hanno seminato il panico in corso Risorgimento sono tornati in libertà.

I fatti

Sabato mattina una Chevrolet rossa con a bordo cinque giovani non si è fermata all'alt della polizia. Ne è scaturito un inseguimento rocambolesco per le vie della città che si è concluso in corso Risorgimento, quando l'auto dei fuggitivi ha speronato una volante, ferendo due agenti. Gli occupanti dell'auto sono poi fuggiti a piedi: due di loro sono stati fermati poco distante, mentre un terzo è stato bloccato in stazione dalla polizia ferroviaria. Il quarto è stato trovato nel parco dell'Allea, dove cercava di mimetizzarsi con i suoi coetanei, mentre il quinto è stato rintracciato a Milano a casa della proprietaria dell'auto, che ne aveva denunciato il furto. 

Le accuse

Ai ragazzi, tutti di orgine albanese, sono stati inizialmente contestati i reati di tentato omicidio, per aver provocato l'incidente in cui sono rimasti feriti due agenti, resistenza e ricettazione. Il tentato omicidio però, non contestabile per altro ai passeggeri, non è stato riconosciuto in quanto l'incidente sarebbe colposo e non doloso: in sostanza il guidatore non avrebbe avuto intenzione di ferire i poliziotti, che hanno rimediato una prognosi di dieci giorni. Per quanto riguarda invece il furto dell'auto e la conseguente ricettazione le indagini sono ancora in corso, visto che non sono chiari i rapporti tra la proprietaria della macchina e uno dei minori, che fuggendo si sarebbe nascosto proprio a casa sua. L'unico reato contestato a tutto il gruppo sarebbe quindi la resistenza a pubblico ufficiale, che non prevede l'arresto per i minori. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini, in Piemonte da oggi sarà possibile accedere al proprio "percorso vaccinale"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento