menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede borgomanerese rischia la chiusura

La sede borgomanerese rischia la chiusura

La PolStrada di Borgomanero nuovamente a rischio chiusura

La notizia è stata confermata ufficiosamente alla delegazione sindacale novarese del SIULP

Per l’ennesima volta dal 1989 ad oggi, l’Amministrazione del Dipartimento di Pubblica Sicurezza della Polizia di Stato, ha ipotizzato la chiusura del Distaccamento Polizia Stradale di Borgomanero.

Le motivazioni addotte sono state volte e ricondotte alla mera politica di “razionalizzazione dei presidi” voluta dalla Spending Review, senza tenere conto della composizione del territorio, delle sue esigenze strategiche ed organizzative e che, l’ufficio in questione, è posizionato in un luogo strtategico per l'intera Provincia.

"Il tutto viene reso ancora più incomprensibile considerando che il Demanio ha già finanziato uno stanziamento di 800 mila euro per la separazione fisica dei due edifici siti nella locale via Cureggio 13 e per il ricondizionamento e riqualificazione edilizia degli stessi, per poter continuare ad ospitare il locale Distaccamento Polizia Stradale, nonché la nuova sede della Compagnia della Guardia di Finanza - spiega Tommaso Di Gaudio, segretario provinciale del SIULP - tale operazione permetterà, oltre alla riqualificazione ambientale ed edilizia, un cospicuo risparmio di denaro pubblico per l’affitto, attualmente pagato all’Istituto Rosmini".

Il SIULP novarese, una volta preso atto delle scelte ipotizzate, ha incontrato ufficialmente il Sindaco di Borgomanero Sergio Bossi per metterlo a conoscenza di quanto potrebbe verificarsi sul territorio, analogo incontro è stato tenuto con l’onorevole Franca Biondelli, ottenendone analogo sostegno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini, in Piemonte da oggi sarà possibile accedere al proprio "percorso vaccinale"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento