menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Durante i lavori, sulla strada sarà attivo il senso unico alternato - Foto di repertorio

Durante i lavori, sulla strada sarà attivo il senso unico alternato - Foto di repertorio

Vignale, al via i lavori di rifacimento dei marciapiedi in corso Risorgimento

Si parte dall'abbattimento degli alberi, che hanno provocato danni al manto stradale e agli scarichi fognari

Pronto al via un nuovo cantiere in città, questa volta a Vignale, in corso Risorgimento, nel tratto compreso tra via Megolo e strada Cremonesi. Il 2 ottobre sono infatti stati ufficialmente consegnati all'impresa "Dueeffe srl" i lavori per il rifacimento dei marciapiedi.

Il primo intervento prevede l'abbattimento degli alberi: "La scelta tecnica di sostituire l’alberata in concomitanza dei lavori di rifacimento stradale - spiegano l’assessore ai Lavori pubblici Simona Bezzi e l’assessore alla Mobilità Silvana Moscatelli - è frutto di un lungo processo che ha visto la condivisione delle competenze di molti tecnici comunali, tra cui ingegneri, geometri, architetti paesaggisti ed agronomi, la consulenza di diversi esperti di arboricoltura portati sul luogo, l’effettuazione di sofisticate analisi e non ultima la condivisione con la cittadinanza".

Secondo quanto valutato dal Comune, infatti, sono "sostanziali  idanni arrecati dalle radici al manto stradale e la loro interferenza con gli scarichi fognari e con gli interrati di alcune abitazioni - hanno aggiunto Bezzi e Moscatelli - il restringimento del marciapiede e la difficoltà di pedonalizzazione in particolare per alcune categorie di cittadini più deboli (bimbi, anziani e disabili) ha provocato negli anni diversi infortuni. Sono state valutate le alternative progettuali, ovvero lo spostamento degli alberi e lo scavo con escavatori a risucchio, ma tutte le ipotesi sono risultate inapplicabili tecnicamente. La proposta progettuale è stata sottoposta infine alla cittadinanza in occasione di un incontro pubblico e molto partecipato lo scorso 16 marzo, durante il quale sono state esplicitate le motivazioni e le scelte progettuali".

In particolare, per quanto riguarda gli alberi, il cantiere prevede l’abbattimento delle dieci piante esistenti, per poi mettere a dimora 35 nuovi alberi da posizionare in parte su corso Risorgimento e in parte nell’adiacente parco di via Boves e nel parcheggio di interscambio capolinea del bus.

"L’interesse dell’amministrazione - sottolineano gli assessori - è la tutela del verde esistente, ma parimenti è importante la sicurezza dei cittadini. Il progetto complessivo prevede il rifacimento degli attuali marciapiedi con il prolungamento della pista ciclabile e la realizzazione di marciapiedi attualmente non esistenti e tende a riqualificare un'area che oggi è particolarmente critica".

Il cantiere sarà gestito con il senso unico alternato, e la delimitazione dell'area di lavoro sarà strutturata in modo da poterla rimuovere durante le ore notturne o nei giorni non lavorativi, per ripristinare il normale transito a doppio senso di marcia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Galliate, ponte sul Ticino chiuso per lavori per tutta l'estate

Attualità

Novara, vaccini anti covid al centro di Piazza Donatello

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento