rotate-mobile
Cronaca Borgo Ticino

Borgo Ticino: 4 dipendenti su 4 in nero, nei guai un'azienda

A finire nel mirino delle Fiamme Gialle, un'impresa operante nel settore della pulitura dei metalli il cui titolare dovrà pagare una sanzione di oltre 17mila euro

Su quattro dipendenti utilizzati dall'impresa, quattro erano in nero. E' quanto hanno scoperto le Fiamme Gialle di Borgomanero, dopo accurate attività di indagine nei confronti di un'impresa operante nel settore della pulizia dei metalli di Borgo Ticino.

La sanzione per il titolare dell'azienda sarà molto alta: 17.360 euro. Per lui, poi, anche la segnalazione all’Agenzia delle Entrate e all’Inps per quanto riguarda i contributi non versati dall’impresa per la remunerazione del lavoro svolto dai dipendenti. E l'impresa è stata chiusa dai finanzieri fino a che il titolare non provvederà alla regolarizzazione dei lavoratori.

"Con la conversione in Legge n. 9/2014 del 'Decreto Destinazione Italia' - fanno sapere dalla Guardia di Finanza di Borgomanero - sono state aumentate le sanzioni per il lavoro nero, ma è stata anche rivista la procedura premiale della 'diffida', cioè di quel meccanismo che permetteva ai trasgressori di accedere alle sanzioni minime in caso di regolarizzazione dei lavoratori. L’Impiego di manodopera in nero, oltre ad avere riflessi da un punto di vista tributario-contributivo, espone anche lo stesso imprenditore a elevati rischi a causa della totale assenza delle garanzie assistenziali e infortunistiche a tutela dei lavoratori. La regolarizzazione dei propri dipendenti si può fare anche attraverso i 'buoni lavoro', ovvero i cosiddetti 'voucher' con i quali è possibile remunerare le prestazioni occasionali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgo Ticino: 4 dipendenti su 4 in nero, nei guai un'azienda

NovaraToday è in caricamento