Coronavirus, nuovo Dpcm in arrivo: Piemonte verso il lockdown generale?

Il Piemonte è una delle regioni considerate più a rischio. I possibili provvedimenti

Conte ieri ha parlato alla Camera e al Senato

Si sta preparando un nuovo Dpcm, che uscirà nelle prossime ore e che potrebbe portare a lockdown totali nelle regioni italiane considerate più a rischio. tra queste c'è anche il Piemonte.

La situazione epidemiologica, tuttavia, non è omogenea in tutte le regioni d'Italia: in alcune il covid-19 corre meno, in altre circola con più veemenza. Il nuovo Dpcm, dunque, individuerà tre aree corrispondenti a tre scenari di rischio in base ai quali verranno varate misure via via più restrittive; una fascia sarà quella delle regioni che si trovano già nello scenario 4 (tra queste il Piemonte) e dove le misure saranno varate contestualmente al Dpcm; la seconda fascia sarà riservata alle regioni a rischio alto ma che si trovano ancora nello scenario 3; qui le misure saranno meno restrittive; la terza fascia sarà quella del resto del territorio nazionale.

Il calcolo sarà effettuato in base al report del ministero della Salute e dell'Istituto Superiore di Sanità e le aree diventeranno zone rosse (è possibile che i provvedimenti riguardino intere regioni) con un'ordinanza del ministro Roberto Speranza. Si tratterà di quello che è stato definito in più occasioni un "lockdown morbido" o "soft" che interesserà però gradualmente tutta l'Italia. Tra le misure attese ci sono: il coprifuoco, che dovrebbe scattare alle 21 (ma Conte ha parlato di "tarda serata" aprendo quindi alla possibilità di fissarlo alle 22); la Didattica a Distanza nelle scuole superiori e nell'ultimo anno delle scuole medie (anche questa misura è ancora in discussione); la chiusura anticipata o totale dei negozi non essenziali e dei pubblici esercizi come bar e ristoranti; la riduzione della capacità dei trasporti pubblici al 50% annunciata già alla Camera dal premier.

Il Piemonte (e Novara) tra le zone a rischio

Quelle che rischiano di dover adottare le misure più restrittive, compreso il lockdown generale, sono Lombardia, Piemonte e Calabria che hanno un indice di contagio Rt sopra l'1,5 (di fatto è anche sopra 2) e una trasmissione incontrollata di covid-19. Per loro sono in preparazione dai lockdown locali a livello provinciale per almeno 3 settimane alla limitazione della mobilità individuale fino alla chiusura dell'intera Regione ad eccezione delle attività essenziali. In questa fascia si è già posta, autonomamente, la provincia di Bolzano: dopo aver lasciato aperti bar e ristoranti in contrasto con il Dpcm del 24 ottobre, ora ha annunciato un lockdown di 3 settimane. 

In seconda fascia ci sono invece tutti quei territori in cui il fattore di rischio è compatibile con lo scenario 3, con un Rt tra 1,25 e 1,5 e una "trasmissibilità sostenuta e diffusa con rischi di tenuta del sistema sanitario nel medio periodo". In questo caso sono previsti interventi "lievemente meno restrittivi" ha detto il premier. Quali? Chiusura di attività, limitazioni alla mobilità in comuni e province, chiusura di scuole e università in base alla situazione epidemiologica. 

Cos'è indice Rt

L'indice Rt è calcolo sull'indice di riproduzione di una malattia, elaborato attraverso complessi algoritmi e valutato in un periodo congruo di tempo, per esempio a livello settimanale. All'inizio della pandemia tutti ricordano gli scienziati parlare invece di "R con zero", o R0. Si tratta sempre dell'indice di riproduzione di un virus, ma solo nelle fasi iniziali, quando normalmente non sono effettuati specifici interventi (farmacologici e no) per il controllo del fenomeno infettivo. Il livello di allerta scatta proprio quando si supera 1, perché vuol dire che il contagio cresce: ogni persona positiva potenzialmente ne infetta più di una, quindi basta poco perché la curva pieghi verso l'alto e assuma una dimensione esponenziale. Rt permette ad esempio di monitorare l'efficacia degli interventi nel corso di un'epidemia. R0 e Rt possono essere calcolati su base statistica a partire da una curva di incidenza di casi giornalieri (il numero di nuovi casi, giorno per giorno).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Ahmadreza Djalali, si avvicina la pena di morte per il ricercatore novarese detenuto in Iran

  • Coronavirus, ancora 7 decessi negli ospedali di Novara e Borgomanero

Torna su
NovaraToday è in caricamento