Cronaca

Rifiuti, lotta all'evasione: nel mirino del Comune 4mila novaresi morosi

Nei prossimi giorni saranno inviati i primi avvisi di accertamento per violazioni relative al versamento della Tari relativa agli anni 2014 e 2015

Prosegue l'impegno dell'amministrazione nella lotta all'evasione dei tributi locali. Obiettivo: garantire l'equità fiscale tra i contribuenti del Comune.

"Nei prossimi giorni - ha annunciato l'assessore alle Risorse economiche e Programmazione finanziaria Silvana Moscatelli - inizierà l'attività di notifica di una prima tranche di avvisi di accertamento per violazioni relative al versamento della Tari relativa agli anni 2014 e 2015. Gli avvisi riguardano violazioni di omesso, parziale o tardivo versamento della tassa rifiuti e sono comprensivi delle sanzioni e degli interessi previsti".

"L'emissione degli avvisi - ha aggiunto l'assessore Moscatelli - riguarda circa 4mila contribuenti che non hanno versato alcun importo, o che hanno versato importi inferiori alla tassa dovuta, oppure che hanno versato quanto dovuto in ritardo rispetto alle scadenze perentorie di versamento stabilite dal Comune. La seconda emissione di avvisi di accertamento, riguardante gli altri contribuenti che hanno commesso le violazioni già descritte avverrà nel mese di gennaio 2017".

Il versamento degli importi dovuti dovrà essere effettuato entro sessanta giorni dalla notifica dell'avviso. "In particolari casi di difficoltà economica - rassicura l’assessore Moscatelli - potrà essere richiesta la rateizzazione del versamento degli importi dovuti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, lotta all'evasione: nel mirino del Comune 4mila novaresi morosi

NovaraToday è in caricamento