Borgomanerese: allagamenti, cedimenti e strade bloccate

Medio e alto novarese in ginocchio dopo le fortissime piogge abbattutesi durante la notte. In diversi punti il lago d'Orta è esondato, così il torrente Agogna e il suo affluente Sizzone. Ponte franato, strade bloccate

Sembra che la pioggia stia dando un attimo di tregua nel medio novarese, ma si cominciano a contare i danni.

Da questa notte a stamattina ci sono stati anche attimi di paura per la potenza dell’acqua dei torrenti Agogna e Sizzone.

Oltre alla frana di Pella che ha costretto lo sfollamento degli abitanti dell’area coinvolta, anche l’altra sponda del lago d’Orta ha visto il livello del Cusio salire vertiginosamente, tanto da allegare la nota spiaggetta del Miami del Comune di Orta San Giulio. A Gozzano, per sicurezza, le scuole rimarranno chiuse fino a domani. La situazione non è migliore a Borgomanero dove il livello dell’Agogna è ai limiti di guardia, tanto che anche gli studenti del complesso scolastico di ragioneria e liceo scientifico di via Aldo Moro sono stati mandati a casa. La strada che conduce alla frazione di Santa Cristina, appena superato il cimitero, è completamente allagata, così i sottopassi.

Scendendo verso Cureggio la situazione addirittura peggiora. La strada provinciale 142, come purtroppo spesso accade, è chiusa nel tratto della salita del Piano Rosa a causa di una frana. Il torrente Sizzone, tra Cureggio e la frazione di Marzalesco, è esondato in più punti, tanto da richiedere l’intervento dei Carabinieri. A Fontaneto d’Agogna è crollato il ponte della frazione dei Gerbidi, a nord del pese, quello che porta al canile Rifugio Paquito. A Fontanetochiuso il ponte dell'Agogna e nella parte sud il Sizzone, all’altezza della carrozzeria Vigliarolo, ha allagato la strada.

Cavaglio d’Agogna è praticamente isolato: la strada che conduce a Fontaneto è bloccata, il ponte sull’Agogna che porta alla Baraggia di Suno, per precauzione, è stato chiuso, la strada provinciale Suno-Ghemme che attraversa la collina è piena di detriti e per raggiungere il vicinissimo Cavaglietto ci si impiega anche 20 minuti. tutto bloccato fino a momo, l’unica "via libera" è la strada che passa da Proh, frazione di Briona.

Nell’augurio che le condizioni migliorino, a San Maurizio d’Opaglio, don Massimo Volpati, ha organizzato un momento di preghiera straordinario per invocare il bel tempo e sostenere le famiglie provate dai danni causati dal maltempo e l’opera dei soccorritori. Chi volesse può partecipare alle 17,30 di oggi nella chiesa parrocchiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ricetta della paniscia novarese

  • Incidente sul lavoro a Novara, operaio cade dal ponteggio: morto sul colpo

  • Incidente sul lavoro a Novara, si indaga per capire perchè sia caduto dal ponteggio l'operaio

  • Novara, giravano in auto per le vie della città controllando le case: nel bagagliaio trovati arnesi da scasso

  • Incidente a Castellazzo: perdono il controllo dell'auto e si ribaltano nel canale

  • Trecate, otto vigili su 14 chiedono di andarsene dal comando

Torna su
NovaraToday è in caricamento