rotate-mobile
Cronaca

Maltrattava la moglie: divieto di avvicinamento per un uomo di 66 anni

La polizia di stato ha stabilito anche l'allenamento da casa

Allontanamento da casa e divieto di avvicinamento alla persona offesa: questo il provvedimento della polizia di stato di Novara nei confronti di un uomo di 66 anni. 

L’uomo, secondo l’ipotesi investigativa, si sarebbe reso responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia nei confronti della moglie, dal momento che nei suoi confronti aveva riversato più volte minacce e aggressioni verbali. La situazione era diventata così insostenibile da portare la donna, che era in uno stato di ansia e paura, ad allontanarsi dall’abitazione, pur di sua proprietà.

Dalle indagini gli agenti della squadra mobile della questura hanno portato alla luce un quadro complesso e non recente: l’uomo era affetto da disturbi depressivi e di ansia che l’avevano portato ad abusare di sostanze alcoliche aggravando così i suoi comportamenti verso la moglie. La signora, nonostante tutto, aveva deciso di rimanere vicina al marito e di prendersi cura di lui e, tra alti e bassi, per molti anni aveva voluto mantenere in piedi questo precario legame affettivo. Il marito, recentemente, era diventato particolarmente irascibile e aggressivo con la moglie, al punto da indurla a temere per la propria incolumità.

Da qui l’allentamento e il contatto con le forze di polizia dopo la minaccia di morte. La donna è stata ospite di amici e parenti per alcuni mesi; con l’esecuzione delle misure cautelari è tornata nella sua casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattava la moglie: divieto di avvicinamento per un uomo di 66 anni

NovaraToday è in caricamento