Cronaca

Manutenzione delle strade: la città chiama, il Comune risponde

Fra il 3 aprile ed il 19 aprile due squadre di operai sono intervenuti in 123 situazioni critiche rilevate o segnalate dai cittadini

Torna attuale il tema delle manutenzioni stradali a Novara.

L’amministrazione Ballarè dedica a questo tema un'attenzione particolare fin dal suo insediamento, secondo il principio, enunciato nel documento di programma approvato all’inizio del mandato, della "priorità alle piccole cose".

In questi giorni questa attività ha avuto un impulso particolare, una vera e propria "campagna straordinaria", che è stata resa possibile dal grande impegno degli uffici, e con la collaborazione dell’impresa appaltatrice delle manutenzioni stradali. Due squadre
di operai, coordinate dall’Ufficio Manutenzione Strade, hanno eseguito infatti ben 123 interventi di sistemazione di buche, avvallamenti e problemi vari sulla rete delle strade cittadine
, nei giorni compresi tra il 3 ed il 19 aprile.

Ecco un report dettagliato degli interventi.

Il 3 aprile si è intervenuti su situazioni critiche in: Baluardo M.D’Azeglio, tra viale Verdi e viale Buonarroti; viale Buonarroti; via delle Rosette da via Feltrami a via Rivolta; corso Risorgimento da via Terrazzano e Vignale; corso Risorgimento all’altezza del numero 220; via Monte San Gabriele, 53-55; via Solferino, stradina a fianco autosilo; viale Dante, da Largo Buscaglia al sottopasso; via Gatti all’angolo con via Ferrucci; via Beccarla nel tratto compreso tra via del Sabbione e via Europa.

Il 5 aprile le squadre sono intervenute in via Silvio Pellico per sistemare buche ed avallamenti.

L’elenco degli interventi eseguiti il 9 aprile vede: via Lazzari angolo via Oxilia per un buco vicino ad una griglia; via dell’Archivio; via Canobio Angolo via Magnani Ricotti; via Visconti n. 12 tra lastre ed asfalto; via XXV Aprile angolo via Pelle; corso Trieste dal torrente Terdoppio a Pernate; via Perlasca; viale G. Cesare angolo via Crespi sugli attraversamenti pedonali; via Pavesi, all’alteza della rotonda di via Gè; viale Giulio Cesare nei pressi di via Battistini; via Battistini.

Il 10 aprile si è lavorato: in tutta via Sozzetti; largo Cavour/Baluardo Q. Sella/Corso della Vittoria; via Biancalani (tutta); via Pavesi (tutta); via del Sabbione n. 42/a; via Fara n. 39-46; via Fara-Via dei Carbonari; via delle Rosette-via Biroli; via delle Rosette/via Redi/via San Rocco; via delle Rosette fronte scuola Thouar; viale Ferrucci/via Lanino; largo Cantore; via Boggiani-via Torelli; via Monte Nero, 9; viale Giulio Cesare agli angoli con via Ferraris, via Torelli, via Fornara e via Cavalieri di Vittorio Veneto; via Fornara (discesa dosso); largo Palatucci; via Biroli (tutta); via Europa prima della rotatoria delle poste; via Scalise/via Bagnolini; via Marconi ai numeri 2c, 3, 11, 13; via Marconi-via Alcarotti; corso XXIII Marzo/viale Roma; via Piave, 23; via Rizzottaglia angolo via Crimea; corso della Vittoria, 12, 22° e 51; largo Bellini/via Dominioni; viale Roma/viale Verdi; viale Roma-corso XXIII Marzo; via Ferrucci/via Bixio; viale Curtatone/via  XXV Aprile; viale Curtatone/viale Ferrucci; via Biandrate da via del Gazzurlo e via Fleming/via Curie; corso Vercelli/via Pola; corso Vercelli/via Palermo; via Monte San Gabriele numeri 25 e 52, prima e dopo via Juvarra e prioma e dopo via Giordano; via Maestra/via Mascagni; c.so XXIII Marzo/via Legnano; viale Turati; via Solferino fronte piscina; corso Vercelli rotatoria viale Kennedy; via Verbano/via per Cameri; via per Cameri/via Rossa; via M. della Torre; corso XXIII Marzo, n. 151 e 260; largo San Lorenzo/corso Cavallotti; via Viglio/via Bossi; viale Curtatone, 21 (marciapiede); via Madre Teresa, 3; via Damina n. 12 e 12 a; rotatoria via Biandrate/via Porzio  Giovanola; corso Risorgimento presso il sottopasso, all’angolo con via Fregonara, al numero 328, angolo via Boves, angolo via Manfredda, ai numeri 191/193 e nel tratto dal 388 al 410; largo Bellini/B.do D’Azeglio/viale Verdi; Baluardo D’Azeglio nel tratto da largo Bellini a viale Buonarroti.

Il 15 aprile si è intervenuti: via Martino della Torre, 14; via Castello a Casalgiate dopo intersezione con la via Gionzana; corso Risorgimento, 200; via delle Rosette dopo via delle Americhe; via A.Costa; via Farè 3; via Porzio Giovanola; viale Dante interno parcheggio prima della rampa; piazza Martiri - corso Mazzini 23/25.

Il 17 aprile ha preso il via l’interramento dei chiusini del teleriscaldamento in via P. Generali.

Infine, il 19 aprile si è intervenuti presso: via Turbigo, 45 - viale G.Cesare angolo viale Piazza d’Armi di fronte al tabaccaio; via delle Rosette angolo via Redi; via Cadore, angolo via Monte Nero; viale Ferrucci, 11; via Fornara angolo via Ballario; via Fauser, 28; via Balzaretti; via Mossotti, 8 e 10; largo San Lorenzo/B.do Lamarmora/corso Cavallotti fronte edicola; Baluardo Lamarmora opposto Magistrali; Baluardo Lamarmora/Corso Mazzini; viale Buonarroti/via Canova; viale Verdi entrata parcheggio Palaverdi sul passo carraio; viale Roma/via Silone; corso della Vittoria/via Unità d’Italia sul passaggio pedonale.

"Stiamo tenendo fede ai nostri impegni elettorali. È uno sforzo non indifferente - ha commentato l'assessore ai Lavori pubblici Nicola Fonzo - soprattutto nell’attuale situazione finanziaria, in cui le risorse dei Comuni anche per i servizi essenziali sono ridotte al lumicino. Chiudere il buco su una strada è una questione di sicurezza, innanzitutto, ma anche di cittadinanza. Significa avere cura di un patrimonio di tutti. Nei prossimi giorni è in calendario un incontro con i gestori dei sottoservizi (acqua, telefono, elettricità, ecc.) per sollecitarli a ripristinare i manti stradali deterioratisi a seguito di loro interventi. La nostra iniziativa se non si accompagna a quella di altri non raggiunge l’obiettivo di una città sicura e attenta soprattutto a chi la percorre a piedi o in bicicletta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manutenzione delle strade: la città chiama, il Comune risponde

NovaraToday è in caricamento