menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Piemonte verso l'obbligo della mascherina dal 4 maggio

La Regione ha predisposto la distribuzione di mascherine

Cinque milioni di mascherine acquistate per i circa cinque milioni di piemontesi.

La Regione Piemonte ha infatti destinato 6 milioni di euro per l'acquisto e la distribuzione a tutti i cittadini di mascherine lavabili in vista della "fase 2". Dal 4 maggio infatti, salvo modifiche, dovrebbe iniziare la fase di lento ritorno alla normalità, con la ripresa graduale della attività produttive e degli spostamenti. Cirio ha già spiegato che per la "fase 2" l'idea è quella di rendere obbligatorie per tutti le mascherine. Ad oggi infatti le mascherine sono d'obbligo solo per gli addetti alla vendita di generi alimentari, mentre sono raccomandate per i clienti. 

Coronavirus, dal Piemonte un "vademecum" per la "Fase 2": le linee guida per far ripartire il Paese in sicurezza

Dal 4 maggio invece potrebbe essere obbligatorio indossare la mascherina in diverse situazioni, compreso il posto di lavoro: il politecnico di Torino ha stimato che, solo per i lavoratori piemontesi che riprenderanno l'attività durante la seconda fase, serviranno circa 80 milioni di mascherine al mese, che dovranno essere fornite dai datori di lavoro. I 5 milioni di pezzi che verranno distribuiti dalla Regione potranno coprire, almeno per un periodo, il fabbisogno dei cittadini al di fuori del posto di lavoro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento