menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di archivio

Foto di archivio

Coronavirus, militari a fianco delle forze dell'ordine per i controlli nel novarese

In provincia di Novara impiegati 45 militari dell'Esercito e 5 operatori delle Squadre operative di intervento di rinforzo dei carabinieri

A Novara e in provincia arrivano i militari a sostegno delle forze dell'ordine già presenti nei controlli per il rispetto del nuovo decreto del Governo per il contenimento del coronavirus.

Ad annunciarlo sono sia la Provincia che il Comune di Novara. Da oggi, mercoledì 11 marzo, sul territorio sono infatti operativi 45 militari dell'Esercito e 5 operatori delle Squadre operative di intervento di rinforzo dei carabinieri.

Coronavirus, la situazione a Novara: molti negozi chiusi, pochi novaresi per strada

"Per questo importante risultato che andrà a vantaggio dell’intera provincia in questo difficile momento - ha commentato il presidente della Provincia di Novara Federico Binatti - intendo ringraziare il viceprefetto vicario di Novara Claudio Ventrice che, come richiesto durante la riunione di ieri (martedì 10 marzo, ndr) del Comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica, ha ottenuto il supporto di nuove e qualificate figure nella gestione dell’emergenza. Colgo inoltre l’occasione per ringraziare la Prefettura, la Questura, il Comando provinciale dei Carabinieri, la Guardia di finanza, i Vigili del fuoco e i Comandi di polizia locale dei nostri Comuni e per rivolgere anche un pensiero affettuoso e riconoscente ai medici e al personale paramedico che lavorano sia negli ospedali, sia sul territorio e a tutti i volontari delle associazioni, della Protezione civile e della Croce rossa italiana che sono attivi da giorni a sostegno di tutte le esigenze che vengono manifestate dalle Istituzioni e, in primo luogo, dalla popolazione".

Coronavirus, cosa si può fare a Novara: il decreto punto per punto

"Grazie alla collaborazione della Prefettura, nella persona del viceprefetto Claudio Ventrice, della Questura con Rosanna Lavezzaro e dei carabinieri con il comandate Mascoli - ha spiegato il sindaco di Novara Alessandro Canelli - nella nostra città e lungo le arterie stradali di collegamento arriveranno i rinforzi: insieme alle nostre forze dell’ordine, i militari dell’Esercito controlleranno che chi si muove da casa propria lo faccia esclusivamente per motivi urgenti e indifferibili o per motivi di lavoro e di salute. A tutti gli altri, lo ricordo, non è consentito di muoversi. Vogliamo contenere quanto più possibile questo virus evitando difficoltà operative al nostro ospedale e agli operatori sanitari che ogni giorno si occupano sul campo di questo virus, e il modo migliore per farlo è starsene a casa in attesa che passi il periodo di contagio. Un’azione certo più stringente finalizzata però alla tutela della salute di tutti".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Piemonte si potrà fare visita ai pazienti ricoverati in ospedale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento