Cronaca

Piazza San Carlo, è morta la 38enne ossolana calpestata dalla folla a Torino

Non ce l'ha fatta Erika Pioletti, che dal 3 giugno era ricoverata all'ospedale San Giovanni Bosco in condizioni critiche

Piazza San Carlo la sera del 3 giugno

É morta giovedì sera Erika Pioletti, la 38enne di Domodossola, calpestata dalla folla in piazza San Carlo a Torino mentre guardava la finale di Champions League. 

La donna aveva subito un arresto cardiaco per schiacciamento ed era stata trasportata all'ospedale San Giovanni Bosco, dove era stata tenuta in sedazione per valutare le sue condizioni ed eventuali danni neurologici. Giovedì 15 invece il peggioramento e l'annuncio che per lei non ci sarebbe stato altro da fare. La famiglia aveva deciso di donare gli organi, ma il procedimento è stato bloccato perchè la salma è stata messa a disposizioni dell'autorità giudiziaria, che sta indagando per omicidio colposo. 

Erika era originaria di Beura Cardezza, ma da anni viveva a Domodossola: era in piazza san Carlo ad accompagnare il fidanzato, tifoso bianconero, anche lui rimasto ferito ma in maniera lieve, come tanti  novaresi che quella sera avevano deciso di andare a Torino per seguire la partita. 

La sindaca di Torino Chiara Appendino ha dichiarato che il giorno dei funerali sarà proclamato il lutto cittadino e aggiunto: "In un momento di così profondo dolore, ogni parola sarebbe superflua. Posso solo esprimere le più sincere condoglianze mie e di tutta la Città a familiari e amici di Erika”.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza San Carlo, è morta la 38enne ossolana calpestata dalla folla a Torino

NovaraToday è in caricamento