menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maurizio Orlandin (foto Cai Omegna)

Maurizio Orlandin (foto Cai Omegna)

É morto Maurizio Orlandin, il vice presidente del Cai di Omegna travolto da una valanga

Il 46enne era in gravi condizioni da sabato

Non ce l'ha fatta Maurizio Orlandin, lo scialpinista travolto da una valanga sabato nel cuneese. 

Orlandin, 46 anni, si trovava con altri sci alpinisti lungo la dorsale che unisce il monte Sautron e la Rocca Praboccia, in val Maira, quando una valanga con un fronte di 50 metri è precipitata a valle per circa 150 metri nel territorio di Acceglio. I compagni hanno immediatamente dato l'allarme e iniziato le ricerche dell'uomo grazie al sistema Arva, che invia un segnale di soccorso. Nel frattempo sono arrivati i soccorsi, che hanno indiviato l'uomo sotto la neve già in arresto cardiaco e in ipotermia. Orlandin è stato rianimato e trasportato in elicottero alle Molinette di Torino, ma durante il trasporto ha avuto un altro arresto. All'arrivo in ospedale le sue condizioni erano disperate fino a che, nel pomeriggio di domenica 31 gennaio, è deceduto.

Orlandin era un grande esperto di montagna: istruttore regionale di sci alpinismo, era anche vice presidente del Cai di Omegna. Lascia la moglie e tre figli. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento