Lutto nel mondo dell'imprenditoria novarese, è morto Romeo Robiglio

Novarese dell'anno ed ex amministratore delegato della Siti Spa di Marano Ticino, si è spento all'età di 87 anni

Robiglio era stato anche vice presidente dell'Ain dal 2000 al 2004 - Foto di archivio

E' morto ieri, giovedì 12 aprile, all'età di 87 anni Romeo Robiglio, noto imprenditore novarese di origine alessandrina, ex amministratore delegato della Società Impianti Termoelettrici Industriali (Siti) Spa di Marano Ticino.

Novarese dell'anno e vice presidente dell'Ain dal 2000 al 2004, con delega ai rapporti esterni, è stato il primo presidente della Fondazione Comunità del Novarese Onlus.

Nato a Montechiaro d’Acqui (Alessandria) il 20 gennaio 1931, Romeo Robiglio, dopo una lunga carriera di dirigenza e direzione al Credito Italiano, a Novara e a Milano, ha guidato il Gruppo Siti dal 1977 al 2003. Nel corso degli anni ha ricoperto numerosi altri incarichi, tra cui quelli di amministratore e membro del Comitato esecutivo della Fondazione Cariplo (1998-2001) e di Intesa Asset Management (2000-2003)
e quello di consigliere di amministrazione di Fiera Milano Spa (dal 2003). È stato anche consigliere di amministrazione di Esatri Spa, Nolostand Spa, Sirefid Spa e OldEquiter Spa. Lascia il figlio Carlo Robiglio, presidente della Piccola Industria di Confindustria.

"Siamo addolorati per la scomparsa di Romeo Robiglio - hanno commentato il presidente e il direttore dell'Ain Fabio Ravanelli e Aureliano Curini - ed esprimiamo le nostre più sincere condoglianze ai suoi famigliari, ricordando con gratitudine la competenza, la generosità e lo spirito di servizio che hanno sempre contraddistinto il suo impegno nella vita associativa. Vogliamo esprimere la nostra particolare vicinanza a Carlo Robiglio, presidente della Piccola Industria di Confindustria e da molti anni esponente di rilievo della nostra associazione, ricordando il periodo, tra l’inizio del 2001 e la fine del 2003, durante il quale, come presidente del Gruppo Giovani Imprenditori, siedeva nel Consiglio direttivo dell’Ain insieme al padre, dal quale ha ereditato quella dedizione e quell’orgoglio di appartenenza che caratterizzano ancora oggi, ai massimi livelli, il suo impegno per il mondo industriale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al cordoglio dell'Ain, si unisce quello del sindaco di Novara Alessandro Canelli, che ricorda Robiglio come un "noto imprenditore novarese che ha sempre dimostrato con atti concreti la propria sensibilità nei confronti delle problematiche sociali dell’intero territorio e della nostra città,
che nel 2000 gli ha voluto conferire l'onorificenza di Novarese dell'anno, manifestando in questo modo la propria gratitudine per la sua costante attenzione. Per comunità locale si tratta di una gravissima perdita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, dal 3 giugno niente più mascherina obbligatoria all'aperto in Piemonte

  • Le spiagge più belle del Lago D'orta

  • Tragedia a Romagnano Sesia, 22enne annegato nel Sesia

  • Novara, c'è la data ufficiale di apertura del supermercato Aldi in corso della Vittoria

  • Elettrocardiogrammi: dal 3 giugno necessaria la prenotazione per effettuare l'esame

  • Coronavirus, +57 positivi in Piemonte: stabile la situazione a Novara, ma c'è un decesso

Torna su
NovaraToday è in caricamento