rotate-mobile
Cronaca

Suona a lungo la sirena al polo chimico di Sant’Agabio: preoccupazione fra i cittadini ma è un falso allarme

E' successo intorno alle 3.30 di mercoledì 29 dicembre

Momenti di panico e tensione fra i residenti, ma per fortuna senza conseguenze. Intorno alle 3.30 di questa notte, 29 dicembre, è suonata la sirena nella zona del polo chimico di Sant’Agabio a Novara per molto tempo, oltre 30 minuti.

I cittadini, allarmati proprio perché la sirena non smetteva di suonare, hanno così contattato le forze dell’ordine ed è stata allertata la questura.

Sul posto è intervenuta la polizia di stato che dopo qualche istante è riuscita a disattivare l’allarme, all'interno dello stabilimente Albite, azienda chimica con autorizzazione integrata ambientale non più attiva dal 2020, che per fortuna non stava segnalando alcun tipo di problema. “Le motivazioni sono ancora ignote, ma l’importante è che non sia successo nulla” dice l’assessore Raffaele Lanzo.

Sono intervenuti anche i tecnici di Arpa Piemonte della sede di Novara sono intervenuti e hanno verificato che l'evento di stanotte è stato determinato da un cortocircuito elettrico, escludendo eventi incidentali e criticità di carattere ambientale.

Dal punto di vista della sicurezza, il direttore dell'azienda Albite ha assicurato che il segnalatore acustico in questione, nonostante la chiusura di Albite, sarà preso in gestione dalla confinante Azienda Radici Chimica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suona a lungo la sirena al polo chimico di Sant’Agabio: preoccupazione fra i cittadini ma è un falso allarme

NovaraToday è in caricamento