rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca

Tenta la fuga in Francia dopo aver aggredito compagna e figlio: arrestato novarese

L'uomo doveva già scontare sei anni e due mesi di reclusione

Arrestato un novarese a Ventimiglia. Un uomo di 29 anni nato a Novara ma residente in provincia di Varese, che stava cercando di scappare in Francia dopo aver aggredito la compagna e il figlio e che tra l’altro doveva scontare 6 anni e 2 mesi di reclusione, come cumulo pene per rapina aggravata e furto aggravato, è stato arrestato dagli agenti della polizia di frontiera di Ventimiglia (Imperia).

L’uomo era stato ammesso in via provvisoria alla misura dell’affidamento terapeutico presso una comunità lombarda, ma poco tempo dopo aveva dato prova della propria pericolosità sociale, tanto che a margine di una visita nella struttura, al culmine di una discussione, aggredì la compagna, gettandola prima a terra e poi sul divano, schiaffeggiandola e mordendola su una guancia.

L’aggressione si è consumata davanti al figlio, che terrorizzato ha chiesto aiuto e ed è stato morsicato al collo. Accertata la sua pericolosità, la misura dell’affidamento alla comunità è stato sospeso dall’Ufficio di sorveglianza di Varese, che ne aveva disposto l’immediato trasferimento in carcere.

Nel frattempo, probabilmente consapevole di essere ricercato, il ventinovenne è salito su un autobus della linea Milano-Marsiglia, nella speranza di espatriare, ma alla barriera autostradale dell’A10, in uscita dall’Italia, un agente lo ha controllato e lo ha scoperto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta la fuga in Francia dopo aver aggredito compagna e figlio: arrestato novarese

NovaraToday è in caricamento