menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle rapine messe a segno dall'uomo

Una delle rapine messe a segno dall'uomo

Rapinava i supermercati della Capitale: novarese arrestato a Roma

L'uomo è stato fermato dalla polizia e trovato in possesso della pistola utilizzata per mettere a segno i colpi

Cinque supermercati rapinati nelle ultime settimane, tutti nella zona di Roma Sud Est. Il rapinatore, un 32enne originario della provincia di Novara, è stato però individuato e arrestato dalla polizia.

L'uomo è accusato di rapina aggravata. L’indagine della polizia ha preso il via dopo la rapina al supermercato Fresco Market, avvenuta lo scorso 18 marzo, in cui il rapinatore, armato di pistola, si è fatto consegnare l'intero incasso.

Secondo quanto ricostruito dagli agenti, il rapinatore, descritto come un uomo di circa 30-35 anni a volto coperto con mascherina chirurgica, si presentava alla cassa simulando l’acquisto, ma di fatto con il preciso scopo di far aprire il cassetto automatico della cassa, poi estraeva improvvisamente una pistola che occultava nella tasca del giubbotto e si faceva consegnare l’incasso per poi allontanarsi velocemente a piedi, facendo perdere le proprie tracce.

Il modus operandi del rapinatore è risultato essere lo stesso in tutti i supermercati rapinati: grazie alle immagini riprese dalle telecamere di alcuni dei supermercati rapinati gli agenti hanno infatti potuto ricostruire ogni singolo colpo. Agli occhi degli investigatori non sono poi sfuggiti i tatuaggi dell'uomo, presenti sulle mani e su alcune parti visibili del corpo, che hanno permesso ai poliziotti di identificarlo.

L'uomo è stato intercettato dagli investigatori mentre a bordo della sua auto, un'Alfa Romeo di colore nero, percorreva via Prenestina direzione fuori Roma.Fermato, durante il controllo è stato trovato con una pistola del tipo scacciacani, numerosi proiettili per armi comune da sparo, tutto ben celato nel vano porta fusibili dell’auto, mentre sotto la soletta interna delle scarpe sono stati trovati circa 2mila euro in banconote di vario taglio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, il Piemonte resta in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Economia

    Dopo Borgomanero, McDonald's arriva anche a Oleggio

  • Attualità

    Coronavirus, come procedono i vaccini in Piemonte?

Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento