Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Novità per il parco del Ticino e Lago Maggiore

Ieri è stata approvata la nuova legge regionale sulla gestione delle aree protette. L' Ente assorbirà anche la gestione delle aree in precedenza affidate all'Ente delle Riserve Pedemontane e delle Terre d'Acqua del Biellese

Villa Picchetta - Parco del Ticino e Lago Maggiore

Il Consiglio Regionale del Piemonte ha approvato ieri la legge regionale sul "Riordino del sistema di gestione delle aree protette regionali e nuove norme in materia di Sacri Monti".
Con la nuova legge, si vuole così, fra le altre cose,  "garantire la rappresentatività dei territori che ospitano le aree naturali, efficientandone la gestione e razionalizzandone i costi".

Il provvedimento è stato approvato a 40 anni dalla nascita del sistema parchi piemontesi e dall'approvazione della prima legge regionale sul tema.

Per quanto riguarda l'Ente delle aree protette del Ticino e Lago Maggiore c'è una novità: esso infatti, assorbirà anche la gestione delle aree in precedenza affidate all'Ente di Gestione delle Riserve Pedemontane e delle Terre d'Acqua. Come comunicato, si tratta di "un'unica gestione delle diverse riserve e parchi naturali presenti nell'area del Biellese e del Novarese, essendo aree prevalentemente in pianura".

Complessivamente sono dodici gli Enti di gestione. Oltre a quello del Ticino e Lago Maggiore, ci sono: quello delle aree protette del Monviso, all'interno del quale nascerà il nuovo Parco Naurale del Monviso;  quello delle Alpi Marittime, del Po torinese, dei Parchi reali,  del Po vercellese e alessandrino; dell'Ossola, dell'Appennino piemontese,  del Parco paleontologico astigiano, della Valsesia e delle Alpi Cozie. 

"Un traguardo importante per la valorizzazione del patrimonio naturalistico piemontese, grazie al quale si è voluto garantire una maggiore attenzione a chi vive ed opera nelle aree protette, garantendo una maggiore rappresentatività nella gestione di questi patrimoni - ha commentato l'assessore regionale all'Ambiente, Alberto Valmaggia - E' inoltre l'occasione in cui si passerà ad una visione che affiancherà alla necessità della conservazione degli habitat delle aree protette ad una prospettiva capace di guardare maggiormente alla promozione delle attività produttive e turistiche del territorio interessato"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novità per il parco del Ticino e Lago Maggiore

NovaraToday è in caricamento