Cronaca

Sanità: inaugurate le nuove sale parto dell'ospedale Maggiore

Lunedì mattina il taglio del nastro, alla presenza dell'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta. Le nuove sale sono all'avanguardia dal punto di vista tecnologico e dotate di un elevato livello di confort

Una delle due nuove sale parto del Maggiore

Sono state inaugurate ieri, lunedì 26 giugno, le nuove sale parto della Struttura complessa a direzione universitaria "Ostetricia e ginecologia" dell'ospedale Maggiore di Novara diretta dal professor Nicola Surico. Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza dell'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta.

L’ideazione di queste nuove sale parto all’avanguardia dal punto di vista tecnologico e dotate di un elevato livello di confort rientra nell’obiettivo dell’azienda ospedaliera di consentire alla partoriente di trovare un ambiente accogliente, confortevole e rilassante per poter gestire al meglio le ansie e le paure, che possono ostacolare un espletamento fisiologico del travaglio. 

inaug sale parto-2

Al Maggiore di Novara nel 2016 si sono registrati 1937 parti, con la nascita di 1974 neonati. In Italia si osserva da anni un continuo calo demografico, ma nonostante questo andamento, a Novara si è assistito ad un incremento progressivo del numero di parti negli ultimi anni: nel 2016 infatti il numero di parti è stato maggiore rispetto al precedente anno dello 0.5%, con un aumento di oltre il 40.5% rispetto al 2000, anno in cui hanno partorito 1378 donne. Importante a questo proposito è notare che il bacino d’utenza di Ostetricia e ginecologia non è limitato alla provincia novarese; infatti nel 2016 il 20% delle donne proveniva da altre province piemontesi e il 7.4% da altre regioni italiane. Anche nei primi 5 mesi del 2017 il trend di nascite sta continuando a salire in modo costante, con un aumento dello 0.5% di parti rispetto al 2016.  

L’inaugurazione di oggi si va ad aggiungere ad una serie di interventi che hanno interessato nel corso degli ultimi anni il padiglione "Lualdi", nell’ambito di un progetto finanziato con 6 milioni di euro attraverso fondi regionali e statali. Interventi che sono iniziati nel 2010 e hanno interessato per primo il Centro Dialisi, poi la Terapia intensiva neonatale e pediatrica e, infine, il nuovo blocco operatorio dell'area materno infantile, progetto che ha consentito la realizzazione nel 2015 del blocco operatorio composto da 4 sale operatorie e locali accessori.

I lavori di ristrutturazione della sale parto sono iniziati nel settembre 2015; hanno riguardato un’area di 480 mq: in particolare sono state realizzate 4 sale parto e un'isola neonatale, oltre a tutti i servizi accessori.  
 

 

 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: inaugurate le nuove sale parto dell'ospedale Maggiore

NovaraToday è in caricamento