Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Musa, dal 1° luglio cambia la sosta a pagamento in città: ecco come

Nell'area del centro storico arrivano 127 nuovi stalli blu, in compenso tornano ad essere bianchi 316 posti. Delle novità si è discusso, non senza polemiche, nella riunione delle commissioni consiliari

Il parcheggio di piazza Pasteur, che tornerà ad essere gratuito

Novità in vista per la sosta in città, che dal 1° luglio perde circa 300 posti auto a pagamento nelle zone periferiche del centro, ma ne acquisisce un centinaio a ridosso del centro storico.

Niente di nuovo: la riduzione dei parcheggi a pagamento era infatti già stata annunciata dal Comune nelle scorse settimane. Annuncio, a cui avevano fatto seguito le polemiche sulla determina che stabiliva l'introduzione di 127 nuovi stalli blu.

Della questione "parcheggi" si è però nuovamente discusso martedì mattina a Palazzo Cabrino, nella riunione delle commissioni consiliari competenti, in cui l'assessore alla Mobilità Silvana Moscatelli ha fatto il punto della situazione raccogliendo però critiche da parte dei consiglieri di minoranza.

Come riassunto dall'assessore Moscatelli, dal mese di luglio 316 posteggi a pagamento (in fascia C, quindi a 0,50 euro all'ora) saranno restituiti ai novaresi, tornando così gratuiti. Le aree interessate sono quelle di piazza Pasteur e dintorni e di via Pernati. "In tutte e due le zone - ha spiegato Moscatelli - si erano rilevate criticità da parte di commercianti e cittadini. In particolare, nella zona di piazza Pasteur i commercianti avevano lamentato un calo di clienti causato dagli stalli blu, mentre nell'area di via Pernati il problema riguardava i pendolari e le aree commerciali della zona, i cui posti auto venivano occupati dai novaresi che si recavano poi in stazione".

Alla decisione di ridurre i parcheggi a pagamento nelle aree meno centrali della città è poi seguita quella di istituire 127 nuovi stalli blu a ridosso del centro storico, ricavandoli da fermate dell'autobus non più attive, ex posti riservati ai residenti e posti per scarico e carico merci non più utilizzati. "Una decisione - ha spiegato Moscatelli - presa per due ragioni: per venire incontro ai novaresi e creare nuovi posti auto dove c'è più bisogno e per pareggiare i conti con la Nord Ovest Parcheggi e rimediare ai compiti non svolti dalla precedente amministrazione, che aveva garantito al gestore 5504 posti blu, ma ne aveva consegnati solo 5336".

I nuovi parcheggi a pagamento troveranno posto lungo Baluardo Partigiani, Baluardo Lamarmora, via Passalacqua, corso XXIII Marzo, viale Roma, viale Verdi, piazza Martiri, largo San Martino, via Alcarotti, via Pajetta, via Marconi, viale Dante, via Verga, via Prati, via Nievo, via Gozzano e Baluardo Quintino Sella.

LA MAPPA CON I NUOVI PARCHEGGI A PAGAMENTO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musa, dal 1° luglio cambia la sosta a pagamento in città: ecco come

NovaraToday è in caricamento